Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

La svizzera Partners Group in pole position per la diagnostica di Affidea

I grandi fondi di private equity sono in corsa per un ingresso nel capitale di Affidea, leader europeo nella diagnostica per immagini e nei servizi ambulatoriali, che fa capo al miliardario elvetico Ernesto Bertarelli.

L’operazione è pronta ad entrare nel vivo all’inizio del prossimo anno, quando a fine gennaio sarà avviato concretamente il processo per la vendita di una quota del capitale del gruppo Affidea, che oggi fa capo alla società d’investimento Waypoint Capital, di proprietà dello stesso Bertarelli: in campo sarebbe sceso il ghota del private equity europeo, ma soprattutto alcuni grandi fondi infrastrutturali sarebbero in pole position per il deal.
Secondo indiscrezioni, tra gli operatori favoriti ci sarebbe infatti il gruppo elvetico Partners Group, già noto in Italia per avere messo a segno l’operazione su Telepass a fianco della holding Atlantia della famiglia Benetton. Ma in corsa ci sarebbero anche altri fondi infrastrutturali come Eqt infrastructure, Icg e Ardian. Al lavoro sul dossier c’è la banca d’affari americana Goldman Sachs, che è storicamente vicina all’azionista Bertarelli.

Proprio quest’ultimo, imprenditore nato a Roma ma naturalizzato svizzero (con un patrimonio stimato secondo Forbes nel dicembre 2020 di 8,5 miliardi di dollari, che lo rende l’uomo più ricco con passaporto svizzero) sarebbe pronto a valutare partner finanziari per la crescita ulteriore dell’azienda, che è basata in Olanda ed è presente in 15 Paesi europei con 308 centri diagnostici e quasi 10 milioni di pazienti visitati ogni anno. Da inizio 2018 il gruppo è guidato da Giuseppe Recchi, già presidente del gruppo General Electric, di Eni e di Telecom Italia.

Resta da capire quale sarà lo schema dell’operazione. I fondi di private equity preferirebbero infatti acquisire il controllo dell’azienda, ma sul tavolo resta anche l’opzione di cessione di una ampia minoranza. A gennaio, quando il processo entrerà nel vivo, verrà probabilmente fatta una scelta tra le due strade.
Affidea, che ha toccato nel 2020 un giro d’affari superiore ai 430 milioni di euro, è cresciuta in questi anni per acquisizioni. È presente in forze in Italia, dove lo scorso luglio ha completato l’acquisizione strategica del gruppo Cdc, leader nel settore della medicina del lavoro, delle analisi di laboratorio e della sanità privata in Piemonte. Con questa operazione Affidea è diventato il più grande erogatore di prestazioni specialistiche ambulatoriali in Italia.