Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Partners Group (con l’offerta più alta) in pole position per Eolo

Va allo sprint finale la trattativa per la cessione del gruppo Eolo, operatore italiano nel settore delle telecomunicazioni, specializzato nella banda ultralarga wireless per il mercato residenziale e delle imprese. Le offerte vincolanti sono arrivate, ormai da due settimane, sul tavolo degli advisor dei soci venditori: cioè Morgan Stanley, ma anche i legali di Clifford Chance e di Chiomenti. Sono tre le proposte finali, cosiddette «binding», per acquisire il controllo del gruppo Eolo: quella di Dws, affiancato dalla banca d’affari Nomura, quella di Wren House (assistito da Credit Suisse) e quella del gruppo elvetico Partners Group.

Proprio quest’ultima offerta, secondo le indiscrezioni, sarebbe la più elevata e si avvicinerebbe in maggior misura all’asticella indicata dal socio Searchlight Capital, cioè 1,5 miliardi di euro complessivi. Partners Group è un gruppo di investimento internazionale, con sede in Svizzera, specializzato in investimenti infrastrutturali, soprattutto di tipo tecnologico: in Italia ha già realizzato qualche mese fa l’investimento in Telepass, la controllata del gruppo Atlantia. A seguire il deal per conto di Partners Group è il manager Livio Fenati, attualmente managing director del settore Private Infrastructure Europe e con un passato nel gruppo Atlantia.
Le trattative con i soci di Eolo sono ancora in corso, ma sembra che un’esclusiva, volta a finalizzare l’accordo, potrebbe essere data in questi giorni. La struttura dell’operazione prevede la cessione della quota (il 49%) da parte di Searchlight Capital e la metà della quota dell’altro azionista: la holding Cometa.