Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
bilanci-inter

Inter, i conti di Suning dal 2016 ai raggi X: debito, stipendi e sponsor cinesi

Mentre si apre una settimana decisiva per Suning per ottenere il maxi-prestito da oltre 250 milioni (in corsa Bain Capital, Oaktree e Fortress), in modo da rispettare le scadenze previste, i riflettori vanno anche sui bilanci dell’Inter, che si avvicina ormai allo scudetto.

Il nuovo finanziamento si basa sulla capacità di Suning di rimborsare sia a scadenza il debito sia di pagare gli interessi. In caso contrario i creditori potrebbero escutere il pegno. Del resto, l’Inter ha già 375 milioni di bond in circolazione. Gli obbligazionisti hanno in garanzia i diritti tv di Inter Media.

Per arrivare a vincere il campionato l’Inter ha aumentato nel tempo, dal 2016, i suoi debiti. Abbiamo elaborato i bilanci e i dati presenti dalla stagione 2016/2017 fino all’ultimo esercizio disponibile. I debiti erano di 208 milioni nel 2016 ed il conto è salito fino a oltre 350 milioni nella stagione 2019/2020. A livello consolidato, aggiungendo anche il debito ottenibile dal veicolo lussemburghese Great Horizon Sarl, in trattativa in queste ore, l’esposizione salirebbe sopra i 600 milioni.

La crescita del debito è avvenuta in modo parallelo all’impennata degli stipendi dei giocatori saliti dai 129 milioni della stagione 2016/17 ai 171 milioni della stagione 2019/20: in media il 55-60% dei ricavi.

A sostenere il giro d’affari sono stati anche gli sponsor regionali cinesi. Alcuni contratti con questi ultimi sono stati annullati, mentre altri sono causa di crediti esigibili in bilancio. Gli sponsor cinesi contavano per 74 milioni nel 2017, sono saliti a oltre 90 milioni tra il 2018 e il 2019 e nell’ultima stagione si sono dimezzati a poco più di 43 milioni, a causa del Covid ma forse anche sulla spinta del Governo cinese a non investire più nel calcio. Così nell’ultimo esercizio i ricavi core da attività sportive, con l’esclusione dei ricavi da sponsor cinesi, sono ammontati a 267 milioni, inclusi i 52 milioni dei diritti tv Uefa.

  • Marco Bacco |

    Quindi?
    Vale tutto?
    Le regole?

  Post Precedente
Post Successivo