Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Capvis rileva i sistemi per l’agricoltura dell’italiana Arag

Il private equity svizzero Capvis ha rilevato l’italiana Arag Group, leader di mercato specializzato nella produzione di componenti e soluzioni per l’irrorazione e il diserbo e per l’agricoltura di precisione.
L’accordo prevede l’acquisizione da parte di un veicolo facente capo a Capvis di una quota di maggioranza del capitale di Arag. Gli attuali proprietari, guidati dalla famiglia Montorsi, continueranno a sostenere lo sviluppo del gruppo, restando azionisti con una quota importante di minoranza, oltre che manager dell’azienda. L’accordo è finalizzato in particolare a rafforzare la presenza globale di Arag e a cogliere le nuove opportunità del mercato.
Fondata nel 1976, l’azienda è oggi uno dei principali produttori mondiali nel proprio settore con una presenza globale sostenuta da quattro filiali (Australia, Argentina, Brasile e Bulgaria) e da una rete di vendita che copre oltre 110 Paesi. Nel 2020 Arag ha registrato una forte crescita e prevede di chiudere l’anno con un fatturato consolidato di oltre 85 milioni di euro. «Intendiamo sostenere lo sviluppo e la penetrazione commerciale globale» spiega Giovanni Revoltella, partner di Capvis. Il perfezionamento della transazione è condizionato all’approvazione delle autorità di mercato. Nell’operazione la famiglia Montorsi e gli altri soci venditori sono stati assistiti per la consulenza legale dallo studio Giovannelli e Associati e dallo Studio Verona Dottori Commercialisti. Capvis è stata assistita per la consulenza legale dallo studio Chiomenti e da Banca Akros in qualità di advisor finanziario. Banco Bpm ha fornito il pacchetto di finanziamento.