Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
lotito-lazio-sguardo-2018-2019-750x450

Diritti tv della Lega, chi (tra i presidenti) è a favore e chi contro le offerte dei fondi

Non c’è piena condivisione di idee tra i presidenti della Lega Serie A sul progetto di investimento dei fondi di private equity sulla media company della Lega Calcio. E’ noto che il presidente Paolo Dal Pino ha avviato trattative due mesi fa con il private equty Cvc per un investimento da 2,2 miliardi per il 20% della media company della Serie A. Da lì è partita un’operazione di convincimento sui 20 presidenti della Serie A e in particolare un comitato di presidenti (Andrea Agnelli della Juve, Aurelio De Laurentiis del Napoli, Claudio Lotito della Lazio e Luca Percassi per l’Atalanta) ha valutato l’offerta in questa fase iniziale.

Ora in attesa dell’arrivo delle offerte il 24 luglio (sono attese in particolare le proposte della cordata Advent-Fsi e quella di Cvc, oltre forse l’offerta di bain Capital) che saranno sul tavolo dell’advisor Lazard, resta da capire quanto sia unito il fronte dei presidenti sul tema. Non sembra infatti così convinta l’Udinese, il cui vicepresidente Stefano Campoccia è parso più di una volta scettico. Lo stesso può dirsi di Aurelio De Laurentiis, in quanto il presidente del Napoli sembra intenzionato a cavalcare altre strade, tra cui quella stand alone del canale tv della Lega.

C’è poi il ruolo di Claudio Lotito, in quanto il presidente della Lazio starebbe provando a sondare personalmente alcuni investitori, tra cui Fortress che avrebbe presentato un progetto di cartolarizzazione dei diritti televisivi della massima serie calcistica. Di fronte ad opinioni diverse sul tema c’è chi come il presidente del Milan, Paolo Scaroni, sarebbe disponibile a considerare l’offerta di Cvc. Resta da capire come sarà possibile mettere d’accordo 20 teste diverse in vista delle offerte del prossimo 24 luglio.