Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Atlantia ingaggia McKinsey per valutare le offerte dei fondi su Telepass

Fase due per le offerte su Telepass. Atlantia, secondo le indiscrezioni, avrebbe deciso di ammettere alla fase successiva tutte le proposte preliminari arrivate agli advisor Goldman Sachs, Mediobanca e Banca Imi. Tre le offerte sul tavolo: quella del consorzio Bain-Advent (a cui si aggiunto come alleato italiano il gruppo Fsi) ha come advisor Citi e sembra essere in pole position.

Le restanti due offerte sono quelle della cordata Warburg Pincus assieme a Neuberger Berman (con l’advisor Morgan Stanley) e, per ultima, quella di Partners Group. In vista delle offerte vincolanti in agosto, Atlantia ora prenderà in considerazione i piani industriali correlati alle diverse proposte e, per questo lavoro di analisi, sarebbero stati ingaggiati i consulenti di McKinsey.

L’obiettivo di Atlantia è infatti quello di cedere una corposa minoranza (una quota anche superiore al 40%) a un soggetto finanziario capace non soltanto di aiutare Telepass a crescere, ma anche di portare know how e capacità tecnologiche per lo sviluppo. Atlantia avrebbe una valutazione della controllata di circa 2 miliardi. L’identikit è quindi quello di un socio attivo nei pagamenti digitali, a partire dai servizi di mobilità e da quelli nel settore assicurativo.