Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
via-verde-autostrade-portogallo

Il Covid-19 abbassa il valore delle autostrade europee: i casi di Brisa e Aspi

Il Covid-19 colpisce il valore degli asset infrastrutturali autostradali europei. Il calo del volume dei trasporti in tutta Europa, in seguito all’emergenza, ha abbassato la valutazione di asset: in particolare questa evidenza si nota da alcuni processi in corso d’opera. In Portogallo la cessione delle autostrade portoghesi di Brisa sta procedendo sotto la valutazione di 2,5 miliardi di euro preventivata (per l’80% della compagine). Il calo del traffico ha avuto un peso determinante nel processo che vede in corso la cessione del controllo da parte dell’imprenditore Jose de Mello e del private equity Arcus. Le offerte vincolanti sono state confermate per l’8 aprile, nell’asta organizzata da Rothschild, e in corsa ci sono numerosi gruppi, anche italiani: Ardian assieme a Gavio, Marubeni, Roadis, Apg, Psp, Macquarie, Cdpq, Cppib, Aleatica e Ifm, Abertis assieme al fondo di Singapore Gic.

Discorso simile per Aspi, Autostrade per l’Italia controllata da Atlantia. Mentre sembra ancora lontana dall’iniziare una vera trattativa per un ingresso di F2i e altri fondi, il valore di Aspi potrebbe scendere rispetto a quello ipotizzato prima dell’inizio dell’epidemia da Covid-19. Si parla infatti di un valore attorno ai 12 miliardi di euro.