Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
sito_blureflex_polenghi_02

Comune di Firenze e Regione Toscana resteranno soci del colosso del latte Newlat-Centrale

Il Comune di Firenze, la Camera di Commercio di Firenze e la Regione Toscana resteranno soci del nuovo campione nazionale che nascerà dopo che Newlat Food (società che fa capo alla famiglia Mastrolia) acquisirà tramite Opas la Centrale del Latte d’Italia. Uscirà invece dalla compagine l’altro socio pubblico di Centrale del Latte d’Italia, cioè il Comune di Pistoia.

Newlat Food (tra i cui marchi c’è Polenghi) acquisterà prima una quota del 46,24% della società. Il prezzo pattuito per l’acquisto della quota è di 1 euro e 0,33 azioni Newlat Food per ogni azione Centrale Latte Italia. Allo stesso prezzo Newlat Food lancerà un’Opas obbligatoria su Centrale Latte Italia.

Gli azionisti venditori della quota in Centrale Latte Italia sono Finanziaria Centrale del Latte di Torino, Lavia-Società Semplice, Luigi, Marco Fausto, Carla Luzzati e Sylvia Loew che diventeranno soci di Newlat Food con una quota complessiva del 5,30%. Nell’ambito dell’operazione Newlat Group cederà a Newlat Food le azioni Centrale Latte Italia che acquisterà dai soci venditori e anche l’1,34% già detenuto allo stesso prezzo per una quota complessiva del 47,58%. Newlat Food è stata assistita da Ubi Banca nell’operazione, mentre Newlat Group è stata affiancata da Equita Sim, mentre i soci venditori di Centrale Latte Italia si sono affidati a Vitale & Co.