Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
carnival-cruise

Da Carnival a Royal Caribbean, affondano i bond dei big delle crociere

Affondano i bond del big delle crociere Carnival, proprietario di Costa Crociere, fino a Royal Caribbean. Il gruppo Carnival, quotato a Londra e a New York, ha infatti diversi bond in circolazione: con scadenza 2020, 2024, 2028 e 2029. Il gruppo dovrà rimborsare circa 1,5 miliardi all’anno nei prossimi 3-4 anni compresi i debiti bancari. I bond a breve del gruppo stanno già raggiungendo rendimenti elevati.

Qualche giorno fa S&P Global Ratings ha messo sotto osservazione il rating di Royal Caribbean Cruises e di Carnival Corporation. E’ ovvio un downgrade. Secondo Bloomberg, Royal Caribbean potrebbe essere tagliato a junk, mentre anche Carnival potrebbe essere abbassato dall’attuale Baa1. Nelle ultime settimane gli investitori hanno venduto i bond del settore per proteggersi contro un possibile default del debito di Royal Caribbean, come pure dei rivali Carnival Corp e Viking Cruises Ltd.

In Borsa la situazione non è migliore: Carnival, che è quotato a Londra e New York, è affondato negli ultimi due mesi in Borsa con una discesa del 77%. Nell’ultimo anno il crollo supera l’80 per cento. Allo stesso modo, si sono osservate ripercussioni su tutto il comparto delle navi da crociera: negli ultimi due mesi Royal Carribean ha fatto un -82%, Norwegian Cruise Line Holdings un -85%.

In un prossimo recente futuro sarà possibile una totale ristrutturazione del settore con la creazione di un paio di grandi player.