Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
torri-trasmissione-mediaset

I capitali del Golfo Persico di Peninsula cavalieri bianchi di Mediaset nella contesa con Vivendi

I capitali del Golfo Persico vanno in aiuto di Mediaset nella contesa con Vivendi. Il cavaliere bianco, inatteso, è il fondo Peninsula, che ha tra i suoi sottoscrittori i maggiori fondi sovrani del Qatar e di altri Paesi del Golfo. il fondo di private equity è molto attivo in Italia (Kiko, Azimut Holding, Guala Closures e Garofalo Healthcare tra le sue partecipazioni) e nel suo board ci sono tra gli altri Stefano Marsaglia, a lungo ai vertici di Mediobanca e Borja Prado Eulate, banker di Piazzetta Cuccia in Spagna e consigliere di Mediaset Espana. Oltre al partner Nicola Colavito.

Proprio Peninsula andrà a sottoscrivere le azioni oggetto di recesso non altrimenti collocate.

L’idea geniale è stata dunque quella di disinnescare il rischio recesso, che era alto sia in Italia sia in Spagna: tanto che l’andamento dei titoli di Mediaset e della controllata iberica nelle ultime settimane erano sotto le rispettive soglie.

L’accordo riguarda fino a un massimo di 355 milioni di azioni MediaforEurope (Mfe). C’è da ricordare che 340 milioni sono relative a Vivendi, il cui rischio a questo punto viene disinnescato. Il commitment complessivo è di 983 milioni dunque, capitali che saranno raccolti dai diversi fondi di Peninsula, che appunto ha come finanziatori grandi fondi sovrani. Si attendono ora eventuali contro-mosse di Vivendi e di Vincent Bollorè

ECCO IL COMUNICATO

“In relazione all’operazione di fusione transfrontaliera per incorporazione di Mediaset e Mediaset España Comunicación, S.A. (Mediaset España) in Mediaset Investment Nv, società di diritto olandese interamente controllata da Mediaset che, con il perfezionamento della Fusione, assumerà la denominazione MediaforEurope, Mediaset comunica di aver sottoscritto in data odierna, previa delibera del consiglio di amministrazione, un accordo con Peninsula volto a limitare il potenziale esborso a carico delle società coinvolte nella Fusione per effetto dell’acquisto di azioni oggetto di recesso non altrimenti collocate”, si legge in una nota diramata in serata dal Biscione.

L’impegno di Peninsula è relativo all’acquisto di azioni «derivanti dal recesso da parte di soci di Mediaset che siano detentori di una partecipazione non inferiore al 5% del capitale e dal recesso da parte di soci Mediaset España fino ad un massimo di 17,8 milioni di azioni MFE. L’impegno di Peninsula è condizionato, fra l’altro, al perfezionamento della Fusione e ad un numero totale di azioni Mfe risultanti dal concambio delle azioni Mediaset e Mediaset España oggetto di recesso non superiore a 470 milioni (salvo ripristino del flottante al primo giorno di quotazione di MFE). Ai sensi dell’accordo, è previsto il pagamento di una commissione e il prezzo di acquisto sarà pari al prezzo di recesso per azione dedotto uno sconto. Mediaset «avrà la facoltà di attivare l’impegno di Peninsula; in caso di attivazione l’acquisto, in quanto condizionato al perfezionamento della Fusione, avrà ad oggetto azioni della società incorporante MFE (risultanti dal concambio delle azioni Mediaset e Mediaset España per effetto della Fusione) e sarà perfezionato alla data di regolamento del recesso». Peninsula ha assunto impegni di stand-still e, rispetto a tutte le azioni MFE acquistate, di lock-up.