Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Centrient (Bain Capital) pronta a rilevare Industria Chimica Emiliana

Bain Capital punta all’acquisizione dell’Industria Chimica Emiliana (Ice) tramite la propria partecipata Centrient. Si profila un altro grande deal per il private equity nel settore chimico-farmaceutico. Oggetto delle trattative è appunto Ice, società fondata nel 1949 da Walter Bartoli e da sua moglie Ida e tuttora di proprietà della famiglia. L’azienda è uno dei maggiori produttori di derivati della bile bovina. Ha un giro d’affari di oltre 200 milioni e un Ebitda di una sessantina di milioni. Da diversi anni il dossier di Industria Chimica Emiliana piace ai private equity, ma fino ad oggi gli azionisti-fondatori non hanno mai optato per una vendita: l’azienda è stata valutata in passato da fondi come Permira, Cvc e Onex. Ora un riassetto potrebbe invece essere vicino per il gruppo e un mandato in questa direzione sarebbe stato conferito a Pwc. In pole position per l’acquisto sarebbe proprio Centrient Pharmaceuticals interamente controllata dal fondo americano Bain Capital. L’offerta di Centrient, che ha sede a Rotterdam in Olanda, potrebbe infatti superare quelle di altri private equity come Cinven e Astorg. Le offerte vincolanti arriveranno nelle prossime settimane: secondo Reuters la valutazione del gruppo potrebbe essere attorno ai 600 milioni di euro, cioè circa 10 volte il margine operativo lordo di 60 milioni di euro.