Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
Sampdoria's Dennis Praet jubilates with teammates after scoring the goal 1-4 during the Italian Serie A soccer match US Sassuolo vs UC Sampdoria at Mapei stadium in Reggio Emilia, Italy 16 march 2019. ANSA/SIMONE VENEZIA

Sampdoria, per Aquilor consorzio da 120 milioni con possibilità di alleanze

Ancora pochi giorni e dovrebbe conoscersi l’esito del possibile riassetto azionario della Sampdoria. Subiro dopo Pasqua è infatti arrivata l’offerta del gruppo inglese Aquilor per il club blucerchiato: con una valutazione di 120 milioni di cui una trentina di milioni di debiti. L’offerta sarebbe una ventina di milioni di euro superiore alla valutazione che aveva dato al club la cosiddetta «cordata Vialli», affiancata dai legali di Cms e che comprende anche ricchi magnati del mondo finanziario come Jamie Dinan, capo di York Capital, e Alex Knaster, imprenditore di Pamplona Capital. Ma chi è Aquilor? Il gruppo finanziario londinese, affiancato dallo studio legale Gianni Origoni Grippo Cappelli, dovrebbe essere capogruppo di una cordata di investitori. Insomma, Aquilor (che ha un’esperienza di investimenti nello sport) dovrebbe essere «arranger» di un nuovo consorzio che potrebbe a questo punto avere la meglio sulla «cordata Vialli», se quest’ultima non rilancerà.
Resta ora da capire cosa farà il presidente e azionista della Sampdoria Massimo Ferrero, che si è sempre dichiarato contrario (almeno a parole) alla cessione. Non è da escludere che qualche soggetto della «cordata Vialli» possa decidere di allearsi con Aquilor.