Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Nuovo socio in vista per la ex-Pirelli Industrial

Riassetto in vista per la ex-Pirelli Industrial, società scissa da Pirelli e ridenominata nel 2017 Prometeon. Tutta l’operazione è finalizzata all’integrazione con Aeolus, controllata quotata di ChemChina.
Dall’unione nascerà il quarto produttore al mondo nel settore dei pneumatici per mezzi pesanti e agricoltura.
Dopo la fase iniziale di lancio dell’operazione, la nuova architettura societaria, secondo quanto risulta al Sole 24 Ore, prevede infatti la costituzione di una holding a monte, dove dovrebbe entrare un nuovo socio tramite l’iniezione di capitali freschi. L’operazione, secondo i rumors, sarebbe già in corso.
La banca d’affari Lazard avrebbe infatti ricevuto un mandato per individuare un investitore, da affiancare a quelli attuali, per partecipare alla costituzione di una holding che sarebbe allo studio per “collegare” Aeolus, cioè la società tyre di Cnrc-China National Tire & Rubber Corporation (holding detenuta al 100% da ChemChina ) e Prometeon stessa. Alcuni colloqui, secondo i rumors, sarebbero già in corso con alcuni investitori.
L’operazione permetterebbe di accelerare il percorso d’integrazione tra Prometeon e Aeolus, che si era interrotto in attesa dei rinnovi delle autorizzazioni necessarie da parte delle autorità cinesi.
Oggi Prometeon ha già un azionariato con diversi soggetti: TP Industrial (suddiviso fra diversi soci con il 65% in mano a Cnrc; il 22,4 di Camfin Industrial; il 16,6% di Lti-Rosneft) che ne detiene il 52%; il fondo cinese Cinda ne possiede il 38%; Aelous il 10 per cento.
A propria volta Camfin Industrial è partecipata dal veicolo MM Tyre (12%), dalla cassaforte Camfin di Marco Tronchetti Provera (con circa l’80%) e da Acutis con l’8,5 %.
La cinese Cnrc-China National Tire & Rubber Corporation detiene, a propria volta, oltre il 40% di Aeolus. La nuova holding permetterà di allineare gli interessi di tutti gli azionisti a monte, oltre a conferire capitali freschi nel gruppo.
Nel marzo 2017 Pirelli Industrial è stata separata da Pirelli per integrarla con Aeolus, quotata a Shanghai, nell’ambito di una complessa operazione, progetto poi sospeso allo scadere dei termini previsti nell’ambito degli accordi tra gli azionisti a causa del mancato via libera da parte delle autorità cinesi.
Ora l’operazione di riassetto azionario riprende con una nuova architettura, una holding che permetterà appunto di allineare gli interessi degli attuali soci, una compagine che replica il libro soci della Bicocca, però con l’aggiunta di un nuovo investitore.
Prometeon ha chiuso il 2018 in utile, dopo un 2017 complesso. Il risanamento delle attività del gruppo, che si è concentrato sulla riduzione dei costi e sull’ottimizzazione del portafoglio prodotti, e il ritorno all’utile rappresentano appunto passaggi chiave, in vista della conclusione del riassetto azionario.