Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
mediobanca

Ecco perché Mediobanca ha rilevato Messier Maris & Associés in Francia

Mediobanca si espande in Francia. Mediobanca e Messier Maris & Associés hanno infatti raggiunto un accordo di partnership strategica di lungo periodo sulla base del quale Mediobanca ha acquisito una partecipazione del 66% in Messier Maris & Associés. Fondata alla fine del 2010 da Jean-Marie Messier e Erik Maris,Messier Maris & Associés è oggi una delle tre principali boutique di Corporate Finance francesi, con un’ampia e fidelizzata base clienti anche a livello internazionale. MMA è specializzata nei servizi di M&A advisory a società di grandi e medie dimensioni e in attività con financial sponsors.
I partner fondatori di MMA, Jean-Marie Messier e Erik Maris continueranno a guidare la società, pienamente impegnati a promuovere lo sviluppo futuro di MMA e, più in generale, delle attività CIB di Mediobanca. La transazione, pagata interamente in azioni di Mediobanca, consente alla divisione CIB di Mediobanca di incrementare di circa il 30% l’ammontare delle commissioni derivanti da prodotti di Investment Banking a basso assorbimento di capitale, permette a Mediobanca di aumentare dell’8% le commissioni di gruppo (sulla base dei 622 milioni di commissioni nette riportate a fine giugno 2018), non ha un impatto materiale sul capitale del gruppo Mediobanca. Il controvalore è pagato con azioni Mediobanca, a valere su parte del piano di buyback attualmente in corso (che può continuare fino a un massimo del 3% del capitale di Mediobanca), è accrescitiva dell’EPS del 2% (sulla base del risultato netto annuale di Gruppo, pari ad 864 milioni a giugno 2018).

Ma quale è la filosofia industriale dell’operazione? Mediobanca stava da tempo provando a espandersi nell’importante mercato francese delle fusioni e acquisizioni. Ci aveva provato, senza grande successo, aprendo una propria struttura e assumendo alcuni banker e un country manager che però negli anni se ne sono andati. Dal 2004 si sono avvicendati due team che però non hanno risposto alle attese. Insomma, quel modello non funzionava, tanto più in un mercato difficile e complesso come quello francese, dove se non hai le giuste entrature non lavori. Così, per intenderci, Mediobanca ha fatto la stessa mossa fatta tanti anni addietro da Lazard quando in Italia aveva acquisto Vitale Borghesi. Oppure come realizzato di recente da Natixis che ha comprato Banca Leonardo Francia. L’operazione è così stata voluta fortemente dallo stesso Alberto Nagel. Piazzetta Cuccia ha rilevato una struttura già esistente e di rilievo, in quanto Messier Maris & Associés è la terza boutique di M&A in Francia dopo Rothschild e Lazard. Fondata alla fine del 2010 da banker di peso come Jean-Marie Messier e Erik Maris, Messier Maris & Associés rappresenta oggi una delle tre principali boutique di corporate finance francesi, con un’ampia e fidelizzata base clienti anche a livello internazionale. E soprattutto entrature a livello politico. Inoltre, ciliegina sulla torta l’operazione è avvenuta senza esborso di soldi ma con azioni, pagando una parte subito e il resto con un orizzonte temporale di dieci anni.