Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Importante partita nella sanità italiana: in vendita Ospedali Privati Riuniti. In corsa Garofalo e San Donato

Importante partita in corso nel settore ospedaliero italiano. Il gruppo delle cliniche Garofalo sta esaminando un’altra acquisizione. Secondo indiscrezioni Garofalo Health Care, che ha debuttato a Piazza Affari lo scorso novembre, avrebbe infatti messo nel radar il dossier delle cliniche Nigrisoli che fanno parte del gruppo Ospedali Privati Riuniti. E’ infatti in corso un’asta sulle strutture, che comprendono anche l’ospedale Villa Regina, con un mandato di advisor allo studio Gnudi di Bologna. Il valore dell’operazione, stimato in base a indicazioni di mercato, sarebbe attorno ai 50 milioni di euro e in corsa, tra gli altri, ci sarebbero anche il gruppo San Donato della famiglia Rotelli, la Gvm-Gruppo Villa Maria dei Sansavini e il gruppo Kos, partecipato dalla Cir della famiglia De Benedetti. L’acquisizione è di valore medio, ma cruciale per la strategicità dell’asset ospedaliero: le strutture private sono infatti redditizie e in una regione, come l’Emilia Romagna, che dal punto di vista sanitario rappresenta assieme alla Lombardia una delle aree di riferimento in Italia.
La fase dell’asta competitiva sarebbe in un momento importante, visto che l’advisor farà partire un processo competitivo tra gli interessati: Garofalo Health Care valuterà ma al momento non ha fatto alcuna offerta vincolante. Il gruppo Garofalo, basato a Roma, è già titolare di 18 strutture sanitarie in sei regioni italiane, e proprio al debutto a Piazza Affari lo scorso novembre ha rilevato il 100% della società Poliambulatorio Dalla Rosa Prati di Parma. Per Garofalo Health Care (Ghc) è stata la terza struttura in Emilia Romagna, ma ora il gruppo intenderebbe aumentare ulteriormente la propria presenza nella regione. Ghc, fin dal momento del debutto in Borsa, ha infatti annunciato l’intenzione di crescere attraverso acquisizioni. Una delle motivazioni è data dal fatto che per le strutture accreditate al servizio sanitario, il budget viene definito dalle regioni che negli ultimi anni hanno diminuito le risorse a disposizione. Da qui la necessità di crescere tramite acquisizioni per avere dimensioni e sinergie maggiori. Il gruppo sanitario Garofalo, oggi uno dei primi tra i privati nel settore sanitario italiano, è stato fondato negli anni 70 dal chirurgo Raffaele Garofalo ed è oggi guidato dall’avvocato Maria Laura Garofalo, che ne è il anche presidente. Nel capitale di Ghc si evidenzia la famiglia Garofalo, socio con ampia maggioranza visto che possiede circa l’80% del capitale, mentre è presente come investitore finanziario Peninsula Capital con circa il 7% delle azioni.