Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Ore cruciali per l’amministrazione straordinaria di Condotte: 60 milioni da banche e Cdp

Ore cruciali per il processo di amministrazione straordinaria del gruppo Condotte. E’ vicino alla firma il finanziamento di 60 milioni necessario a far ripartire una parte delle commesse, mentre si preparano per il processo di vendita dei vari perimetri i potenziali compratori, tra cui la Illimity di Corrado Passera alleata secondo i rumors al gruppo delle costruzioni Rizzani de Eccher.
Secondo indiscrezioni nel giro di qualche giorno dovrebbe essere infatti pronto il consorzio che provvederà a fornire un finanziamento di circa 60 milioni di euro. Il club deal dovrebbe vedere la partecipazione delle maggiori banche italiane e anche della Cdp (tra i 6 e i 7 soggetti) per un coinvolgimento finanziario di circa una decina di milioni di euro a testa.
Si tratta di un passaggio fondamentale dopo che i tre commissari Matteo Ugetti, Giovanni Bruno e Alberto Dello Strologo, affiancati dall’advisor Mediobanca, hanno saputo dal Ministero dell’economia che quest’ultimo sarà in grado di rifinanziare solo in parte il fondo di garanzia per i prestiti alle grandi imprese in crisi.
Cosi’ da garantire a Condotte d’Acqua in amministrazione straordinaria solo 60 milioni di euro di prestito-ponte, rispetto ai 190 milioni individuati dai tre commissari di governo come cifra target per poter riattivare i cantieri e la continuità aziendale.
Se tutto andrà secondo le attese e se all’inizio della settimana prossima verrà firmato il prestito ponte da 60 milioni con le banche e Cdp, i commissari dovranno presentare entro i primi di marzo un nuovo piano volto slla cessione del perimetro aziendale e delle commesse. Su quest’ultimo punto, vista la riduzione del finanziamento a 60 milioni, soltanto una parte delle commesse potranno ripartire come operatività ed essere valorizzate quindi al meglio. Altre saranno liquidate come ad esempio il 31% ancora in mano a Condotte nel consorzio Cociv, il Terzo Valico ferroviario di Genova, oppure la partecipazione nella Tav.
Sullo sfondo resta l’interesse di una cordata capitanata dalla Illimity di Corrado Passera. Quest’ultimo, dopo la manifestazione d ‘interesse di dicembre, avrebbe mutato la natura della cordata e anche dell’offerta: con l’interesse ad acquisire un perimetro di commesse in cordata con un soggetto industriale che secondo indiscrezioni sarebbe il gruppo delle costruzioni Rizzani de Eccher.