Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Il fondo Amber esce da Ansaldo Sts. Partita a scacchi tra Hitachi e Elliott

Il fondo attivista Amber esce definitivamente dall’azionariato di Ansaldo Sts. Secondo indiscrezioni, citate da Dealreporter, Amber ha ceduto il pacchetto di circa il 2% che gli era restato nell’azienda italiana controllata dalla giapponese Hitachi.
Amber esce dunque dalla partita Ansaldo Sts senza attendere le decisioni di Hitachi, che ha dichiarato più volte di puntare a delistare Ansaldo Sts, ma che ha trovato di fronte a sé l’opposizione del fondo Elliott (proprietario di circa il 31,7%) e di altri player come Bluebell Partners che hanno giudicato basso il prezzo d’Opa proposto. Tuttavia c’è da dire che la partecipazione di Amber era ormai piccola: una parte di questa era già stata venduta mesi fa, mentre la parte restante nelle passate settimane.
La vicenda in Ansaldo Sts è complessa. Nel 2015 Hitachi ha acquisito da Finmeccanica, leader in Italia nei settori della difesa e dell’aerospazio, una partecipazione del 40% in Ansaldo Sts, attore chiave nella produzione di sistemi di segnalamento ferroviario. Successivamente, Hitachi ne ha acquisito, sul mercato, la maggioranza del capitale (51%), con l’obiettivo ultimo di delistare Ansaldo. Tuttavia Elliott è sceso in campo, accusando Hitachi e Finmeccanica di collusione per aver artificialmente abbassato il prezzo di acquisto di Ansaldo per il ramo d’azienda in perdita Breda.