Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
Insegne del gruppo Mediaset a Cologno Monzese. Gli utenti di Mediaset Premium a marzo sono cresciuti a 4,18 milioni in totale, contro i 3,88 milioni di fine 2010 e i 3,73 milioni di fine 2009. Si tratta dei dati che i vertici del gruppo televisivo hanno utilizzando per la presentazione dei dati 2010 agli analisti finanziari. In particolare gli utenti Mediaset Premium sono 1,9 milioni in abbonamento e 2,3 milioni con tessere prepagate. ANSA/DANIEL DAL ZENNARO

Nasce 2iTowers, ecco il piano dietro l’Opa di Mediaset e F2i sulle torri di Ei Towers

Arriva l’Opa congiunta di Mediaset e F2i su Ei Towers, la società delle torri del Biscione. Sarà lanciata a 57 euro, con un prezzo a premio del 15,5% rispetto alla chiusura di ieri del titolo. Si apre dunque nuovamente il risiko delle torri. Dopo il riassetto delle torri di telecomunicazione della spagnola Cellnex, passate ad Edizione, ora è la volta delle torri televisive.

Nascerà la newco 2iTowers. L’operazione lanciata da Mediaset ed F2i su Ei Towers è arrivata al termine dell’accordo raggiunto tra la società del Biscione e il fondo infrastrutturale guidato da Renato Ravanelli. Secondo indiscrezioni verrà costituita una newco, una bidco, in gergo tecnico, che lancerà un’offerta, anche sul restante 60% della società delle torri di Cologno Monzese. Mediaset reinvestirà nell’operazione . Infatti proprio la società di Cologno Monzese, che già possiede il 40% di Ei Towers, dovrebbe mantenere più o meno la stessa quota all’interno della società veicolo che lancerà l’offerta.

Al contrario F2i dovrebbe avere il controllo della società veicolo con il restante 60 per cento. L’offerta, secondo il piano allo studio, sarà finalizzata al delisting di Ei Towers. Ma quale è la motivazione dell’operazione? Mediaset separerà la produzione di contenuti dalle infrastrutture. Al contrario Ei Towers, separata dalla famiglia Berlusconi, potrebbe avviare tramite F2i quella politica di consolidamento delle torri che al momento non era possibile effettuare. Che farà ad esempio ora Raiway? Potrebbe essere in futuro più semplice una fusione con la controllata di viale Mazzini?

Advisor dell’operazione sono stati Mediobanca, Intesa Sanpaolo, Credit Suisse e Unicredit. L’operazione verrà finalizzata anche con un prestito di un pool bancario formato sempre da Unicredit, che sarà anche global coordinator, Intesa Sanpaolo e Mediobanca. Advisor legali dell’operazione sono stati Giliberti Triscornia, Legance, Clifford Chance e Pedersoli. Attualmente Ei Towers capitalizza circa 1,4 miliardi di euro.

L’attività di Ei Towers si articola nella gestione di un parco di circa 3.300 infrastrutture, di cui 2.300 torri broadcasting e oltre 1000 torri per telefonia mobile, distribuite sul territorio italiano dedicate all’ospitalità di impianti di trasmissione ed antenne di diffusione del segnale
nelle quali ospita e gestisce più di 10.000 impianti dei propri clienti. La società svolge per alcuni clienti anche una attività a maggior contenuto tecnologico consistente nella pianificazione, progettazione, realizzazione e gestione delle infrastrutture di reti televisive di broadcasting, gestendone in modalità full service anche le piattaforme. EI Towers fornisce anche il servizio di gestione del traffico di contribuzione, avvalendosi delle proprie infrastrutture di reti satellitari e in fibra ottica; la società dispone, infatti, di una dorsale in fibra ottica che si sviluppa su un percorso di oltre 6.000 chilometri e di una infrastruttura satellitare basata su due piattaforme.