Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
coppola-k8ee-488x255casa24-web

Parte l’asta sull’area Porta Vittoria, un tempo di Coppola: ma una discoteca rischia di fare lo sgambetto

Partirà a breve l’asta per la cessione dell’area di Porta Vittoria a Milano, un tempo di proprietà dell’immobiliarista Danilo Coppola, ma fallita sotto il peso di 400 milioni di debiti. Il maggiore creditore è il BancoBpm (con oltre 200 milioni di esposizione) e ora si guarda all’interesse di potenziali investitori: l’asta prevede la vendita dell’intero complesso al prezzo base di 152 milioni. La vendita è stata fissata per il 29 novembre. Il dossier è ora nelle mani dei tre curatori Vincenzo Masciello, Maurizio Orlando e Giorgio Zanetti.
Ma c’è un curioso ostacolo da superare. Tutto nasce dal ricorso della Tecnilens, società che possiede una discoteca (il Black Hole) adiacente all’area di Porta Vittoria, e che ha fatto causa, vincendola, sulla base del non rispetto delle distanze tra edifici. Cosi in luglio il Tribunale di Milano ha ordinato la demolizione di un’edificio di nove piani del complesso Porta Vittoria. Ora i tre curatori avrebbero presentato ricorso per far valere le loro ragioni contro la demolizione. Nel frattempo, l’asta è imminente.