Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Guala, tappi da 1,1 miliardi. Verso la short list a tre dei compratori

Sarebbero arrivate ieri ulteriori offerte per il gruppo Guala, multinazionale con sede a Spinetta Marengo in Piemonte in provincia di Alessandria, leader globale nella produzione di tappi di sicurezza soprattutto per il settore beverage ma anche per farmaceutica e cosmetica.
Nelle scorse settimane erano arrivate le prime offerte per l’azienda, passaggio iniziale del processo prescelto dagli attuali azionisti di Guala, cioè i fondi di private equity e il management, per cedere il controllo del gruppo piemontese. Alla fase due erano così stati ammessi, secondo i rumors, Amcor Corporation, il fondo Astorg, Onex Corporation, la cordata fra Edizione dei Benetton e la banca d’affari Goldman Sachs più un altro gruppo finanziario.Ora, dopo questo nuovo round di offerte agli advisor Credit Suisse e Barclays, si attende un’ulteriore scrematura: con due-tre soggetti ammessi alla fase conclusiva dell’asta. La base di prezzo è cruciale, visto che Guala viene valutata (compreso il debito) attorno a 1,1 miliardi di euro.