Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
unknown-4

Bc partners e Pai in corsa per il controllo di Manutencoop

I private equity si contendono Manutencoop, capofila italiano del facility management. Nella parte finale del 2016 sarebbero infatti arrivate alcune manifestazioni d’interesse da parte dei fondi per la società che ha un fatturato che a fine 2015 ha sfiorato la soglia del miliardo di euro. Le espressioni d’interesse, non sollecitate, si starebbero concretizzando in offerte in queste settimane, malgrado non sia in corso un processo competitivo strutturato. Tuttavia la tempistica fa pensare a un riassetto imminente in quanto gli gli azionisti finanziari (diversi fondi di private equity tra cui Mp Venture, Finint, Idea Capital Funds e 21 Investimenti, oltre a Unipol Banca e Mediobanca) complessivamente detengono il 33% del capitale e potrebbero avviare rapidamente l’eventuale uscita. Allo stesso tempo il socio di controllo Manutencoop Società Cooperativa (Msc), che attualmente ha il 67% del capitale, potrebbe cedere parte del proprio pacchetto, anche se è in via di definizione l’entità della dismissione. In base a un accordo fra i soci, da gennaio potranno essere avviate le operazioni finalizzate all’uscita degli azionisti, attraverso la vendita. Tra Msc e il gruppo di soci finanziari sono infatti stati sottoscritti accordi di put&call. In base a questi accordi, i soci finanziari avevano anche il diritto, a partire dal 1° luglio 2016 di obbligare la cooperativa ad acquistare la loro quota. Tuttavia questa opzione verrà probabilmente superata dagli eventi. La stessa cooperativa scenderà nell’azionariato con l’ingresso di un fondo. Il processo sull’azienda, che ha anche in circolazione un bond da 425 milioni di euro (con scadenza agosto 2020), dovrebbe entrare nel vivo entro fine mese.
Al lavoro sul dossier, secondo indiscrezioni, ci sarebbe per conto degli azionisti come advisor Vitale & Co, ma sul mercato si parla di un ruolo anche per Jp Morgan. Il grande interesse dei fondi si sarebbe concretizzato in 5-6 offerte. Secondo i rumors ci sarebbero in corsa grandi gruppi del private equity come Pai partners e Bc Partners.