Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
bianalisi

Risiko dei centri diagnostici: Charme rileva Bianalisi per 400 milioni di valutazione

Il fondo Charme ha annunciato l’acquisizione del gruppo Bianalisi, società attiva nella diagnostica da laboratorio. IL gruppo finanziario, che fa capo a Luca Cordero di Montezemolo e al figlio Matteo, ha alla fine battuto la concorrenza di altri due fondi: F2i e Triton. Rothschild è stato Advisor dell’operazione.

La valutazione del gruppo, secondo indiscrezioni, sarebbe attorno ai 400 milioni di euro: si tratta di multipli che ben evidenziano l’attuale momento d’oro per i laboratori di analisi. Da due anni c’è stata un’intensa attività di fusioni e acquisizioni. Nel 2019 L-Gam ha acquisito l’85% del capitale di Centro Medico Sant’Agostino. Nel 2020 Credem Private Equity sgr ha rilevato una minoranza di Vista Vision, network di cliniche private per le patologie oculari. Sempre 2020, Italmobiliare ha comprato il controllo di Casa della Salute, poliambulatorio presente in diverse regioni italiane. Ancora nel 2020 Cerba Healthcare Italia (che fa capo al gruppo Cerba Healthcare, posseduto dal gruppo finanziario canadese PSP Investments e dal private equity Partners Group) ha rilevato il Centro Diagnostico Solbiatese.

Tornando all’operazione di Charme, in una nota viene indicato che l’operazione è stata effettuata con il nuovo fondo Charme 4, che ha raccolto 500 milioni di euro, mentre il socio di minoranza Columna Capital ha annunciato un “reinvestimento di minoranza”. La chiusura dell’operazione è prevista entro la fine di agosto. In base agli accordi Charme 4 entrerà in Bianalisi con una “quota significativa”, garantendo la “totale continuità imprenditoriale con il progetto del fondatore Giuliano Caslini”, che continuerà a ricoprire il ruolo di presidente e amministratore delegato della Società.