Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Aksìa tratta l’ingresso nella dolciaria Nappi

Il settore dolciario è in cima alle preferenze degli investitori nel 2020. Dopo le operazioni su produttore campano di brioche Dolciaria Acquaviva e su Bindi, ora è la volta del fondo di private equity Aksìa, che secondo indiscrezioni sarebbe alle battute finali per acquisire il gruppo Nappi, azienda napoletana di ingredienti per gelateria e pasticceria che fa capo all’omonima famiglia.

Il processo di individuazione di un investitore, gestito da qualche mese dall’advisor Houlihan Lokey e dai legali di Legance, sarebbe alle battute finali. Ormai le trattative, secondo Mergermarket, sarebbero in esclusiva con il gruppo finanziario Aksìa.Per l’azienda dolciaria napoletana si erano fatti avanti prima dell’estate anche private equity europei specializzati in mid cap come Riverside, Stirling Square e Blue Gem.

Nappi, fondata nel 1911, ha sede a San Gennaro Vesuviano (in provincia di Napoli). L’azienda è nata inizialmente come piccolo laboratorio di lavorazione di nocciole e frutta fresca, mentre negli anni successivi ha diversificato la propria produzione. Oggi realizza prodotti per gelati, pasticceria, yogurteria, industria dolciaria e per il canale ho.re.ca.
Ha 3 stabilimenti in Italia e ha chiuso il 2018 con ricavi per 38,5 milioni di euro, un ebitda di 5,48 milioni e una liquidità netta di 2,5 milioni.