Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
810621

Inter Rao smentisce interesse per gli asset di Uniper ed Enel in Russia

Grandi riassetti in vista nell’energia russa. E’ almeno quello che appare dalle indiscrezioni uscite sul quotidiano russo Kommersant. E chissà che tra le motivazioni non ci siano fattori geopolitici, visto che Mosca in questo periodo è attaccata da più fronti, soprattutto in Germania dove è ricoverato il dissidente russo Aleksej Navalny, oppositore di Vladimir Putin, dopo essere stato avvelenato in patria.

Ebbene secondo il quotidiano Kommersant, il colosso statale Inter RAO sarebbe interessata a rilevare gli asset russi del gruppo tedesco Uniper, ma anche quelli di Enel. Inter RAO starebbe infatti guardando, per acquisirli, agli asset di Enel Russia e a quelli di Unipro, le attività russe di Uniper. Nel quotidiano si parla di una valutazione di 175 miliardi di rubli per Unipro (2,3 miliardi di dollari) e per Enel Russiadi 46 miliardi di rubli. Enel possiede il 56.43% di Enel Russia. Kommersant spiega che al momento Inter Rao avrebbe solo presentato una valutazione degli asset senza però fare un’offerta.

Tuttavia Inter RAO nei giorni scorsi ha smentito in maniera secca le indiscrezioni del quotidiano Kommersant.

Quest’ultima è un’azienda pubblica, colosso dell’energia, con circa 265 miliardi di rubli in cassa. Inter Rao è controllata dal Cremlino tramite altre holding tra cui la principale è Rosneftegaz. Presidente del gruppo è Igor Sechin, ex agente del Kgb e fedelissimo di Vladimir Putin.