Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

La divisione trasporti di Sirti nel radar di Siemens, Mermec e Rfi

La divisione trasporti di Sirti fa gola a diversi gruppi strategici attivi nelle infrastrutture ferroviarie e nel settore del segnalamento.

Secondo indiscrezioni per la divisione, che avrebbe una valutazione compresa tra 65 e 90 milioni di euro, sarebbe stato mostrato un generico interesse da parte di gruppi come l’italiana Mermec, la tedesca Siemens Mobility (che già sta partecipando alla realizzazione della nuova metropolitana di Milano), l’americana Wabtec Corporation, oltre che da parte dei francesi di Colas Rail, dei giapponesi di Itachi, dell’italiana Rfi (quest’ultima società pubblica del Gruppo Ferrovie dello Stato) e di altri player attivi nei sistemi ferroviari come il gruppo Gcf (facente parte del gruppo Rossi). Al momento non sarebbe partito un processo vero e proprio, ma l’arrivo di manifestazioni d’interesse, seppur generiche, fa pensare che nel prossimo futuro possano essere avviate delle trattative.

Del resto la divisione trasporti di Sirti ha diversi punti di forza: ha commesse per oltre 150 milioni, fa parte del consorzio Alta velocità e inoltre dispone di tecnologie all’avanguardia come i software che indirizzano i treni verso le stazioni. Sirti, dopo la cessione, potrebbe focalizzarsi sul core business delle Tlc. Il gruppo è inoltre in corsa per acquisire Italtel.