Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Farmaceutica, Cvc verso l’acquisto di Genetic

È vicino  a un’altra operazione in Italia il gruppo finanziario britannico Cvc. Il private equity sarebbe infatti in trattativa finale per acquisire il controllo del gruppo Genetic, realtà con sede a Fisciano (in provincia di Salerno) e guidata dal fondatore e presidente Rocco Pavese, specializzata nella produzione di medicinali contro l’asma e prodotti per l’oftalmologia. Attualmente quest’ultimo controlla l’azienda tramite il veicolo Oxford Pharma Holding srl.
Cvc, che è in esclusiva nelle trattative,  sarebbe al suo terzo deal farmaceutico in Italia, dopo Doc Generici e Recordati. Sul dossier ha lavorato il managing director Giorgio De palma. La transazione varrebbe secondo i rumors attorno ai 300 milioni di euro e vedrebbe come advisor Ubs, sul lato del venditore, e di Rothschild e dello studio Gattai Minoli Agostinelli (oltre che di Facchini Rossi Michelutti per gli aspetti fiscali) per conto di Cvc.  Quest’ultima avrebbe battuto la concorrenza di altri private equity, come il gruppo statunitense Kkr e il fondo spagnolo ProA Capital.
Il finanziamento sarebbe fornito da un pool di banche, tra le quale ci sarebbe Banca Imi. Genetic è una realtà in forte crescita, specializzata nello sviluppo di farmaci da “girare” poi alle big del pharma, italiane e straniere per la commercializzazione. Si tratta di una nuova operazione per Cvc in Italia. Tra i confini tricolori la  società d’investimento britannica, nata nel 1981 come braccio europeo di Citicorp Venture Fund, ha finora effettuato numerosi investimenti.  Il gruppo, guidato dal managing partner  Giampiero Mazza, è  proprio in queste settimane in corsa per acquisire una quota di minoranza della «media company» contenente i diritti tv della Serie A di calcio.
Ma il deal finora  più rilevante in Italia, in termini numerici, è proprio nel settore farmaceutico, dove Cvc ha un track record importante anche a livello internazionale: nel giugno 2018, Cvc ha infatti acquisito per 3 miliardi (cioè 28 euro per azione) il controllo dell’azienda farmaceutica italiana Recordati rilevando il 51,8% detenuto nella Fimei, la holding della famiglia Recordati. Nel 2017 sempre Cvc ha invece comprato per quasi 300 milioni di euro la Pasubio, azienda di Vicenza specializzata in pelli per l’industria automobilistica.
Nel maggio 2016 c’è stata un’altra transazione importante: l’acquisto dell’operatore di scommesse Sisal, uno dei principali operatori del gioco in Italia, per un circa miliardo di euro. Lo scorso anno, infine, c’è stato un altro investimento, questa volta  nel settore dell’education,  nell’Università Telematica Pegaso di Napoli. Proprio il gruppo  Genetic è il secondo investimento effettuato dal fondo nel Sud Italia, realizzato fra l’altro in periodo complesso, come la post-pandemia.