Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Il fondo Usa Oaktree mette sul piatto oltre 100 milioni per una quota di Mail Boxes Etc

Il fondo statunitense Oaktree entra nel capitale di Mbe Worldwide, proprietaria a livello internazionale del marchio Mail Boxes Etc, la rete made in Usa di servizi postali per aziende e privati. L’operazione, secondo indiscrezioni, si sarebbe chiusa in modo positivo nel finale d’anno con il signing dell’accordo.
Il fondo Oaktree è stato scelto al termine di un processo competitito, durato diversi mesi, tra diversi private equity e gestito dall’advisor finanziario Jefferies. L’ingresso del nuovo azionista Oaktree, che avverrà in aumento di capitale con risorse per oltre 100 milioni di euro, consentirà di mettere in cascina risorse per la crescita all’estero del gruppo. Oaktree, alla fine delle iniezioni di liquidità, dovrebbe arrivare a detenere poco meno del 50 per cento del capitale lasciando il controllo alla famiglia Fiorelli.
Il gruppo è infatti oggi italiano ma la società nasce come marchio statunitense, fondata a San Diego in California nel 1980: con eccezione del solo mercato nord americano, è infatti a tutti gli effetti posseduta da un azionista italiano, la famiglia Fiorelli, che la controlla dando il brand in franchising nel resto del mondo: con presenza internazionale in ben 30 Paesi del mondo al di fuori degli Stati Uniti e ormai oltre 500 centri affiliati.
La rete in franchising è arrivata infatti in Italia nel 1993 con Sistema Italia 93 spa (licenziataria esclusiva del marchio), società facente capo all’imprenditore Graziano Fiorelli. Viene aperto a quel tempo il primo centro-pilota a Milano a in via della Moscova.
Graziano Fiorelli, padre di Paolo e oggi presidente onorario lancia infatti l’iniziativa nei primi anni 90 in concorrenza al monopolio delle Poste tramite un sistema di affiliazione come il franchising.
Il vero salto dimensionale c’è però stato soltanto nel 2009, quando l’italiana Mbe Worldwide – società sempre interamente posseduta dalla famiglia Fiorelli – acquista dalla statunitense Mbe Corporation, a sua volta posseduta dal colosso Ups Corporation, tutte le attività Mail Boxes Etc a livello mondiale (con eccezione però di Stati Uniti e Canada rimasti in capo a Mbe Corporation), diventando quindi titolare del marchio, del business format e di tutti i contratti di master franchising esistenti a livello mondiale.
Negli ultimi anni Mbe Worldwide è cresciuta tramite alcune acquisizioni. Nel 2017 ha infatti acquisito AlphaGraphics e PostNet (due società americane con un’offerta di servizi simile a MBE) ed ha così ampliato il proprio network globale raggiungendo circa 2.500 centri servizi in 44 Paesi, con un fatturato aggregato di circa 861 milioni di euro.
Il gruppo Mbe realizza oggi la fetta più grande del fatturato, pari all’85 per cento, con le piccole e medie imprese o gli studi professionali, il resto è un’attività che viene incontro alle esigenze dei consumatori finali. Oggi sempre di più, Mail Boxes Etc svolge funzioni di micrologistica per stare dietro al via-vai dei pacchi: una diretta conseguenza del boom che sta vivendo il settore dell’ecommerce. La famiglia Fiorelli ha così deciso quest’anno di aprire il capitale per avere risorse per lo sviluppo internazionale.
Per Oaktree, colosso statunitense degli investimenti alternativi con oltre 120 miliardi di dollari in gestione, l’acquisto di una partecipazione in Mailboxes rappresenta la terza operazione chiusa dal team europeo dell’equity nel 2019 dopo Costa Edutainment e Cebat.
Rappresenta per il fondo Usa la conferma della strategia volta all’acquisizione di quote di minoranza. Tra gli altri investimenti in Italia Oaktree ha anche il controllo di Banca Progetto, l’ex-Banca Popolare Lecchese che è stata rilanciata come piattaforma bancaria delle Pmi e oggi guidata dall’amministratore delegato Paolo Fiorentino.