Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
pallotta

As Roma, il nervosismo di Friedkin per le attese di Pallotta

La trattativa tra James Pallotta e Dan Friedkin per la cessione della As Roma prosegue, ma come anticipato dal Sole 24 Ore è più complicata di quanto si pensasse. In realtà proprio questa rubrica nell’articolo (Roma in vendita, il balletto dei numeri di Pallotta e un solo compratore in campo: Friedkin https://carlofesta.blog.ilsole24ore.com/2019/11/28/roma-vendita-balletto-dei-numeri-pallotta-un-solo-compratore-campo-friedkin/) aveva evidenziato le tante criticità dell’operazione: le parti non hanno visioni comuni sul valore della Magica. Per Friedkin non va infatti considerato il valore del progetto stadio, che è ancora futuribile. Al contrario Pallotta ritiene di dover monetizzare anche la componente immobiliare per un valore d’impresa della As Roma superiore ai 700 milioni di euro. Vedremo se le parti rivedranno le loro posizioni in modo da trovare un accordo: ma a forza di tirare la corda si potrebbe rompere.
Di sicuro Friedkin non la sta prendendo bene. Fonti vicine all’imprenditore texano riferiscono di un suo forte nervosismo dopo le richieste di Pallotta. Poi si vedrà chi ha ragione: Pallotta vuole infatti monetizzare l’investimento nella As Roma dopo aver speso in questi anni quasi 300 milioni. Friedkin crede che non si possa chiedere a qualcuno di pagare adesso per una cosa futura. Insomma, l’imprenditore texano ritiene urgente l’iniezione di cassa per ricapitalizzare la Roma (è in vista un aumento di capitale da 150 milioni) ma irrealistiche le ulteriori richieste di Pallotta. Insomma, vedremo nei prossimi giorni che sviluppi ci saranno.

  • Alceo |

    Non sono un esperto di finanza,ma non credo che prima sia iniziata la trattativa e poi
    Il sig……Pallotta ha fatto il prezzo . Normalmente il prezzo viene definito prima, compreso progetto stadio o non . La tratti a sicuramente è in essere da mesi e non da poche decine di giorni

  Post Precedente
Post Successivo