Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Mediobanca regista finanziario della riqualificazione degli scali milanesi di Ferrovie

Parte il processo per la riqualificazione degli scali di Porta Romana e Farini a Milano. Secondo indiscrezioni, Ferrovie dello Stato avrebbe infatti scelto Mediobanca come advisor per organizzare il processo di cessione delle aree. Dopo l’avvio del progetto, inizia a mettersi in moto la complessa macchina finanziaria per reperire le risorse: l’obiettivo è cercare un investitore da coinvolgere sui progetti. Nei prossimi mesi dovrebbe infatti partire un processo competitivo per la cessione delle aree a uno o più soggetti finanziari. A quel punto dovrebbero entrare in campo anche le banche finanziatrici della futura riqualificazione. Sono sette in totale gli scali ferroviari che cambieranno volto in città, secondo il Piano di sviluppo Urbano per il 2030. Responsabile del processo di progettazione e costruzione è Fs Sistemi Urbani, società controllata al 100% da Ferrovie dello Stato. I principali sono Porta Romana e Farini .
La riqualificazione degli scali milanesi (dove è coivolto anche il gruppo Coima) è una delle partite immobiliari più interessanti in Italia: un business da oltre 2,5 miliardi di euro che cambierà ulteriormente negli anni futuri il volto di Milano su un’area immensa da oltre un milione e 250mila metri quadrati di superficie complessivi, zone un tempo occupate dai binari e dai depositi delle ferrovie ma ora obsolete. Circa 200mila metri quadrati resteranno adibiti a funzione ferroviaria, oltre 675mila saranno dedicati ad area verde. Il resto sarà dedicato a sviluppo immobiliare: con un mix tra residenziale (anche sociale e convenzionale), commerciale e uffici.