Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Il Pharma Alfasigma al riassetto azionario: l’opzione put and call sul 5% di Nb Renaissance

È prevedibile un riassetto azionario futuro in uno dei maggiori gruppi farmaceutici italiani, cioè Alfasigma, nata dalla fusione tra Sigma-Tau e Alfa Wassermann. Nel gruppo sono infatti presenti tre soci: con una posizione di maggioranza (il 75%) c’è la famiglia bolognese Golinelli, mentre con il 20% la famiglia Cavazza e con il restante 5% il gruppo finanziario Nb Renaissance Partners. Proprio quest’ultimo piccolo pacchetto azionario è eredità della partecipazione detenuta da Intesa Sanpaolo in Sigma Tau, poi confluita nella nuova realtà dopo la fusione con Alfa Wassermann nel 2015.
In base a una serie di opzioni «put and call», presenti nello statuto, la quota di Nb Renaissance potrebbe passare di mano. La clausola andrà a scadenza a breve. Ma tutte le ipotesi restano aperte: resta da capire se compreranno il pacchetto gli altri azionisti del gruppo farmaceutico, se verrà rinnovata l’opzione con Nb Renaissance oppure se ci sarà l’ingresso futuro di un altro fondo di private equity in minoranza.
Alfasigma è tra i primi cinque gruppi del settore, in Italia, con interessi in 16 Paesi in tutto il mondo. Ha un fatturato consolidato di quasi 900 milioni di euro e 3mila dipendenti.