Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Da Eqt a Kkr, i grandi private equity in fila per Althea

Parte l’asta sul gruppo Althea, controllato dai fondi Permira e attualmente leader paneuropeo nei servizi integrati delle tecnologie biomediche.
Althea, guidata da Alessandro Dogliani, è nata nel 2014 dall’aggregazione di Asteral Ltd con Mesa Group Holdings Gmbh, entrambe controllate dai fondi Permira. Da allora il gruppo è cresciuto successivamente con ulteriori acquisizioni (circa quattordici) in Europa (diverse in Italia) e negli Stati Uniti. Ne era nato il gruppo Pantheon che nel 2017 ha unificato tutte le sue controllate sotto il nuovo brand Althea. Sotto l’egida del private equity Permira, è finita così anche Tbs, società quotata all’Aim Italia, che progetta e gestisce servizi in outsourcing di ingegneria clinica e di Ict. Althea è dunque il perfetto esempio, a livello europeo, di creazione di valore da parte del private equity.
Al lavoro c’è la banca d’affari Goldman Sachs. Il dossier è sul tavolo dei big internazionali del private equity: da Eqt fino a Kkr. Althea nel 2018 ha generato circa 500 milioni di ricavi e 87 milioni di margine operativo lordo. La valutazione potrebbe essere attorno al miliardo di euro. La data room si aprirà nella seconda metà di ottobre.