Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
unknown-3

Nuovo Governo, al ministero dell’Economia riflettori sullo staff femminile di Tria

Il nuovo Governo è in via di formazione. Una delle caselle più delicate sarà il ministero dell’Economia. Mentre gira il toto-nomine, i riflettori sono anche sullo staff di collaboratori del ministro Giovanni Tria, nel caso dovesse lasciare l’incarico.

In particolare, sul suo staff, tutto femminile. Si va dal capo della segreteria, Renata Pavlov, di origini bulgare, chiamata la “zarina”, fino a Daniela Skendaj, la funionaria italo-albanese che fa la spola con la Cina. Ma soprattutto i riflettori sono su Claudia Bugno, potente consigliera del ministro per le società partecipate. La manager, che aveva un peso rilevante anche nelle nomine statali, è stata rappresentante del Ministero nel board di Stmicroelectronics ed inoltre partecipava negli ultimi mesi ai tavoli su Alitalia, compagnia della quale è stata dipendente in passato. La Bugno è stata sotto il governo di Matteo Renzi coordinatrice della candidatura di Roma alle Olimpiadi del 2024 – ma seguì poi Luca Montezemolo proprio in Alitalia, e divenne per due anni vice president public affairs. Da ricordare anche il trascorso in Banca Etruria dove dal 2013 al 2015 fece parte del consiglio di amministrazione, anche ai tempi in cui vicepresidente dell’istituto era il papà dell’ex ministro Maria Elena Boschi, Pierluigi.

Resta da capire se l’influente terzetto di collaboratrici sceglierà altre sfide professionali oppure se resteranno al dicastero, dopo l’uscita di Tria.