Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
york-capital-management-logo

Dal capo di York Capital a quello di Fortress: ecco chi vuole emulare la famiglia Singer nel calcio

Le discussioni in corso per l’acquisto della Sampdoria mostrano un nuovo trend, almeno per il calcio italiano. Ma partiamo dalla Sampdoria: ci sono infatti in corso discussioni con due soggetti. Da una parte il fondo York Capital, affiancato a società correlate a Gianluca Vialli, mentre dall’altra il fondo inglese Ufp Aquilor Capital, assistito dagli advisor di Gianni Origoni Grippo Cappelli.

La cordata York Capital-Gianluca Vialli è più avanti in quanto ha già effettuato la due diligence con Ernst&Young.

Ora resterà da vedere se Massimo Ferrero venderà o meno alle sue condizioni: cioè una valutazione di oltre 100 milioni del club. Una bella somma se si pensa che Ferrero ha acquistato la Sampdoria dalla famiglia Garrone senza sborsare un euro, anzi ricevendo una dote dai precedenti azionisti.

Ora questa vicenda della Sampdoria mostra un nuovo trend per il calcio italiano. Cioè la volontà di molti uomini d’affari statunitensi, fondatori di grandi gruppi finanziari, di emulare quanto fatto dalla famiglia Singer sul Milan. La correlazione fra questi finanzieri e lo sport è già nota negli Stati Uniti.

James Gerard Dinan, capo di York, ha investito nel 2014 nel Milwaukee Bucks, squadra della Nba, assieme a un altro manager di hedge fund, Marc Lasry, tra i soci del fondo internazionale Avenue Capital. Ma azionista dei Milwaukee Bucks è anche quel Wesley Robert Edens, fondatore del private equity americano Fortress. Lo stesso Wesley Robert Edens è anche co-proprietario del club inglese Aston Villa. Ebbene, sia Dinan, sia Lasry, sia Edens sarebbero intenzionati a comprare club del calcio europeo, se ci fossero opportunità in tal senso. Se poi sarà in Italia, nel Regno Unito o in Spagna, si vedrà.