Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
mare-jonio

Banca Etica, l’istituto che ha finanziato la Mare Jonio facendo infuriare Matteo Salvini

La nave Mare Jonio del progetto Mediterranea Saving Humans, che salva 49 migranti, fa infuriare Matteo Salvini. Ma c’è un aspetto finanziario della vicenda che va sottolineato: a permettere il salvataggio dei migranti è stata infatti un’iniziatva finanziaria che ha organizzato un prestito con il crowdfunding. A costruire l’operazione dal punto di vista finanziario, per l’acquisto della nave e per l’avvio della missione, è infatti stata Banca Etica, non nuova a iniziative di questo tipo. Banca Etica ha infatti dato un prestito di circa 460mila euro e ha successivamente organizzato il crowdfunding che ha portato a raccogliere circa 586mila euro. L’operazione finanziaria è tra le iniziative che la banca per statuto può svolgere con il consenso dei soci. Proprio per il tipo di attività svolta, Banca Etica è l’unica banca in Italia che mostra sul proprio sito tutti i finanziamenti erogati. A fine 2017 i soci di Banca Etica sono 41.539 (1.640 in più rispetto a fine 2016) e sono rappresentati al 16% da persone giuridiche (6.652) e all’84% da persone fisiche (34.887). Il capitale sociale di Banca Etica al 31 dicembre 2017 ammonta a 65.335.567,50 euro, registrando un incremento del 9,12% rispetto al 2016. Una quota importante dei soci di Banca Etica è inoltre di nazionalità spagnola. Tutti i soci condividono inoltre le aree di finanziamento della banca, compresa quella nel soccorso dei migranti.

  • Monica |

    Ho sempre guardato a Banca Etica con grande interesse e questo articolo mi conferma che avevo ragione. Sto tornando da due giorni trascorsi a Treviso e sono restata sconcertata dai racconti di amici sul clima di corruzione e sui disastri bancari veneti che hanno fatto sparire i risparmi di tanti concittadini. L’enorme buco di Veneto Banca e Popolare Vicenza avrebbe dovuto essere ripianato dai soldi dello stato italiano e di Bruxelles. Non so se è avvenuto ma so che molti non hanno più i loro risparmi. In questo marasma Banca Etica è sempre stata un riferimento sano e trasparente. Bisogna togliersi la benda dagli occhi. I colpevoli della crisi italiana sono la disonestà di molti concittadini e il fatto che restano impuniti, non l’immigrazione che potrebbe essere gestita molto meglio e non creare problemi di ordine pubblico. Il fenomeno migratorio globale ovviamente è un altro paio di maniche. Ma servirebbero “mani” meno leste e teste più intelligenti per affrontarlo.

  • Gaetano Colella |

    Finalmente Il Sole 24 Ore si è accorta dell’esistenza di un modo diverso di fare finanza.
    Banca Etica esiste da 20 anni ed ha una filiale anche in Spagna (questo è il motivo per cui molti soci sono spagnoli). Per statuto ha messo la trasparenza al primo posto, e promuove solo operazioni che hanno un impatto positivo sull’ambiente e sulla comunità. Non finanzia chi produce armamenti, energie derivanti da idrocarburi, gioco d’azzardo, tabacco, chi specula sulle variazioni del valore dei titoli, ecc.
    Al contrario finanzia le imprese sociali, l’agricoltura biologica, la produzione di energie alternative, la cultura e l’integrazione sociale.
    Alle assemblee elettive ogni socio esprime un voto, indipendentemente dalle quote che possiede.
    Dulcis in fundo, ogni operazione viene vagliata attraverso una valutazione d’impatto che ha il compito di mettere in evidenza le possibili criticità sulle conseguenze non economiche delle operazioni economiche compiute.

  • Simone Gaggino |

    Orgoglioso di essere socio e cliente di Banca Etica e di aver sostenuto il crowdfunding a favore di Mediterranea.

  • Antonella |

    Non ce’ nessuna illegalita’, gli accordi di Dublino sottoscritti dal governo lega e Berlusconi a suo tempo, parlano di salvare le persone in difficolta’ in mare, come afferma la legge del mare. Per Salvini la soluzione e dire che ora non partono.piu’ clandestini e non muore piu’ gente, ma non e’ vero partono, ma ne muoiono tanti di piu’ annegati, lo afferma l’onu, ma noi non lo sappiamo. Ed evidente visto che non ci sono piu’ le navi delle Omg.. Quello che non si vuole capire che in africa ci sono condizioni terribili per la sopravvivenza, per motivi climatici, di guerra e per le multinazionali che devono sfruttare le risorse delle materie prime, specialmente il Coltan che e’ fondamentale per i telefonini. La libia con i nostri soldi dovrebbe controllarli nei centri, ormai e’ dimostrato sono centri di detensione e di violenze. Quindi questo esodo non si puo’ fermare per chi non ha scelta. Quindi se vogliamo guardare alla condizione e alle persone e alla loro vita, che ci siano le navi delle OGm, e l’europa dia un segnale di proposta nella loro condivisione nei vari paesi.

  • Sergio Caserta |

    Banca etica è una piccola grande banca che salva il buon nome dell’Italia, facendo credito in modo sano e responsabile, tutto il contrario delle banche fallite gestite dalla.lega, perciò non piace a Salvini

  Post Precedente
Post Successivo