Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
giochi_preziosi_logo_2016

Giochi Preziosi rinvia l’Ipo per acquistare il leader spagnolo dei giocattoli: Famosa Toys

Il gruppo Giochi Preziosi rinvia, all’ultimo trimestre dell’anno, la quotazione a Piazza Affari. La motivazione, dietro la decisione presa dall’azionista e dai suoi advisor, è di quelle che fanno notizia: Giochi Preziosi è infatti in «due diligence» per acquisire il maggior gruppo del settore giocattoli spagnolo, cioè Famosa Toys Sa.
Il gruppo iberico ha una storia di oltre 50 anni: nasce infatti nel 1957 ad Alicante ed ha subito successo con il suo primo prodotto, la bambola «Guendolina» che diventa un’icona del settore dei giochi per bambini. È passato oltre mezzo secolo da allora e Famosa Toys ha lanciato altri prodotti di successo ed è diventata una multinazionale con interessi non soltanto in Spagna, ma anche in Portogallo e soprattutto in America Latina (in particolare in Messico). Con questa acquisizione Giochi Preziosi punta ad aggiungere al perimetro circa 200 milioni di fatturato e oltre una ventina di milioni di margine operativo lordo.
Ma non è tutto. Il gruppo presieduto da Enrico Preziosi sta portando a termine proprio in queste ultime ore un’altra acquisizione in Italia: quelle del marchio dei peluche Trudi dal gruppo Carisma.
Ne nascerà un’azienda con un giro d’affari assai più rilevante. Ora l’obiettivo è quello della quotazione a Piazza Affari in autunno, rispetto al piano precedente di sbarco a Piazza Affari entro il mese di aprile. Al lavoro erano già i global coordinatori Barclays, Jefferies, Banca Imi e Banca Akros.
Per settembre, se l’acquisizione spagnola andrà in porto, dovrà essere aggiornato il prospetto informativo. È previsto che la quotazione sia tutta o quasi destinata agli investitori istituzionali, per un flottante del 40-45%. L’operazione dovrebbe inoltre essere mista: in maggioranza un’offerta pubblica di vendita, ma in parte anche un’offerta pubblica di sottoscrizione di nuove azioni, per raccogliere risorse per la crescita.
Giochi Preziosi ha chiuso il 2018 con circa 500 milioni di euro di ricavi e un ebitda di 63 milioni. I multipli di valutazione dei gruppi quotati a livello internazionale variano in range tra le 10 e le 14 volte l’ebitda.
Il gruppo Giochi Preziosi è stato rilanciato dopo la cessione per 105 milioni di euro della quota nella joint venture paritetica con Artsana, Prénatal Retail Group e relativa al business retail, che nel 2015 aveva unito le catene Toys Center, King Jouet, Prénatal e Bimbostore in un unico grande network.