Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Parte il processo di vendita di Bt Italia: tra gli acquirenti possibili Telecom e Vodafone

È pronto a partire il processo di cessione degli asset italiani di di Bt Group, l’ex-British Telecom, colosso britannico di telecomunicazioni diventato negli ultimi 20 anni un player globale nel settore dei servizi telefonici.
Dopo i rumors, precedenti all’estate, il gruppo delle Tlc inglese secondo le indiscrezioni è pronto ad avviare nelle prossime settimane un processo ristretto a pochi compratori (4-5 secondo i rumors), interessati a valutare il dossier della sua filiale italiana, Bt Italia. L’advisor incaricato, cioè Credit Suisse, avrebbe avviato i primi contatti. Interessati a valutare il dossier potrebbero essere Telecom Italia, Vodafone Italia, Fastweb e Wind-Tre. Tra i potenziali acquirenti figura anche Irideos, controllata di F2i nel settore delle telecomunicazioni.
Gli aspiranti compratori starebbero attendendo di ricevere l’information memorandum con i dati sensibili della filiale italiana di Bt e degli asset che confluiranno nel perimetro.
In questi mesi British Telecom avrebbe infatti analizzato gli asset da cedere. Bt Italia ha tra le sue attività il network proprietario in fibra ottica che si snoda per oltre 17.000 chilometri su tutto il territorio nazionale, connesso alla rete globale di Bt. Inoltre ha una base clienti di circa 80.000 aziende e quattro data center tra Milano e Roma.