Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
zonin1821-800x522

Vini Zonin, riassetto azionario in dirittura finale

Riassetto in dirittura finale per i vini Zonin. Secondo indiscrezioni la famiglia Zonin, aiutata dall’advisor Mediobanca, avrebbe individuato un investitore di minoranza per la casa vinicola. L’operazione prevederebbe un aumento di capitale da circa 70 milioni di euro.
Casa Vinicola Zonin 1821, è una delle maggiori aziende del settore, con una importante propensione all’export (circa il 90% dei ricavi viene generato fuori dall’Italia). Nei mesi passati erano usciti alcuni nomi di potenziali investitori: dal fondo americano Blackstone fino alla 21 Investimenti di Alessandro Benetton.
L’obiettivo sarebbe infatti quello della crescita internazionale del gruppo, anche tramite acquisizioni, per aggiungere nuovi marchi e attività alle etichette Principi di Butera, Ca’ Bolani, Tenuta il Bosco e ai vigneti americani della Barboursville. La meta finale sarebbe la quotazione in Borsa. Il nuovo socio potrebbe entrare con una quota corposa, tra il 30% e il 40%.