Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
marc-gabelli

Il magnate Usa Gabelli punta sull’Italia e lancia una Spac con Ubi e Unicredit

Il gruppo americano Gabelli punta sull’Italia e sulle piccole e medie imprese tricolori. C’è Marc Gabelli, figlio del magnate Mario Gabelli, tra i promotori di una nuova Spac, pronta al lancio e che punta a raccogliere circa 100 milioni di euro tra gli investitori. Tra i promotori italiani ci sono anche un gruppo di professionisti italiani, tra i quali ci sarebbe Alessandro Papetti , ex manager di Clessidra, e altri.
Il road show sarebbe in corso proprio in questi giorni a Londra e l’apertura del book per la raccolta degli ordini sarebbe prevista per il 3 aprile. Al lavoro ci sarebbero due banche italiane: Ubi Banca, tramite la propria divisione Corporate e Investment Banking, e Unicredit. Ubi è nomad e specialist oltre che joint global coordinator assieme a Unicredit.
Marc Gabelli e il padre Mario sono tra i più noti money manager statunitensi. Di origine italiana, il padre Mario ha costituito nel 1976 la Gabelli & Co, operante nel settore dell’intermediazione finanziaria. L’anno successivo la società ha cambiato nome in Gamco Investors, che è diventata in poco tempo una delle società d’investimento puiù note negli Usa. Mario Gabelli è tuttora presidente e Ceo e detiene il 50% delle azioni di Gamco (tra gli azionisti vi è anche Bill Gates, con l’1,3%). Suo figlio Marc lavora nell’azienda di famiglia e gestisce il fondo d’investimento Gabelli Global Opportunity Fund.
L’obiettivo è investire su un settore, quello delle piccole e medie imprese italiane, che è diventato molto interessante, soprattutto alla luce dei Pir.
Del resto, le Spac stanno conoscendo un forte trend di crescita. È appena partito il veicolo Life Care Capital, Spac dedicata al settore healthcare e farmaceutico, lanciata dalla manager Alessandra Gavirati e da Equita con una dotazione di 140 milioni di euro.
In febbraio ha invece debuttato a Piazza Affari Spaxs, il veicolo lanciato da Corrado Passera e dedicato al settore finanziario che ha raccolto 600 milioni di euro. Sempre nel settore finanziario dovrebbe inoltre focalizzarsi un nuovo veicolo che sarà promosso dal banchiere, ex-Mps e Popolare di Vicenza, Fabrizio Viola assieme al banker inglese Derek Vago, manager con un passato in Nomura e con diverse iniziative lanciate nel Regno Unito nel settore bancario.