Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
FILE PHOTO: Chairman of Anbang Insurance Group Wu Xiaohui attends the China Development Forum in Beijing, China, March 18, 2017.  REUTERS/Thomas Peter/File Photo - RTS16YRA

Il pugno di ferro del governo cinese contro i reati finanziari: i casi Anbang e Cefc

Il pugno di ferro del governo cinese contro la corruzione in ambito finanziario sta continuando. Prima il colosso delle assicurazioni Anbang e poi la conglomerata Cefc sono finite nel radar della giustizia cinese. Anbang è stata commissariata per un anno dal governo cinese in una mossa da più parti definita senza precedenti in Cina: l’uomo d’affari, Wu Xiaohui, ex capo del colosso delle assicurazioni, indagato dal giugno 2017, dovrà rispondere davanti ai giudici a Shanghai di reati economici e di abuso della propria posizione.
Ma un’altra conglomerata è stata commissariata dal governo cinese: si tratta del colosso dell’energia Cefc, nome ben noto all’estero in quanto possiede attività anche in Italia. Incerte le sorti del fondatore e imprenditore a capo di Cefc, il potente e giovane imprenditore Ye Jianming. Secondo alcuni media cinesi, tra cui l’autorevole giornale economico Caixin, Ye Jianming sarebbe sotto indagine e sarebbe finito in stato di fermo per alcune ore e interrogato per diretto ordine del presidente cinese Xi Jinping.
Il vero problema, all’esame delle autorità cinesi, sarebbe il modo in cui Cefc e altri gruppi cinesi sono riusciti a trovare mega-prestiti per effettuare acquisizioni. Secondo i media cinesi, ad esempio, Cefc è riuscita a sfruttare i legami con alcune potenti famiglie di esponenti del Partito, fra cui quella del defunto presidente cinese Ye Jianying. Ye ha costruito legami con alte personalità del Partito chiamando ex generali dell’esercito a guidare le diverse aziende affiliate alla Cefc, riuscendo a ottenere giganteschi prestiti dalle banche di Stato. Per questo motivo il governo cinese starebbe effettuando controlli a tappeto sulle modalità con cui sono stati concessi prestiti a molti gruppi cinesi.