Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

L’immobile Carige ad Antirion (Enpam) per 107,5 milioni: ma resta il mistero sul family office Effegi

Si è conclusa l’asta per la cessione dell’immobile Carige in corso Vittorio Emanuele a Milano. Il prezzo pagato da Antirion (la Sgr i cui fondi sono sottoscritti da Enpam), come anticipato da questa rubrica, è di 107,5 milioni. Nell’operazione Carige è stata assistita da Jones Lang LaSalle. Escluso dalla trattativa, invece, l’immobile londinese di Carige. L’offerta dell’Ente previdenziale dei medici ha prevalso dopo una fitta trattativa proseguita anche nella notte su quella presentata dal family office Effegi. C’è tuttavia un mistero che non viene eliminato dalla fine dell’asta. Chi si nasconde dietro il family office Effegi? I rumors di qualche settimana fa indicavano la famiglia napoletana Colella, proprietaria del marchio Alcott, ma queste stesse indiscrezioni sono poi state smentite. Successivamente sembrava che dietro Effegi ci fosse una famiglia di immobiliaristi della comunità ebraica romana. Ma anche su questa pista non ci sono state conferme. Per ultimo, sembra, che dietro Effegi si nascondesse una famiglia di imprenditori toscani. Insomma, il mistero resta. Intanto con la vendita Carige compie un secondo passo importante nel percorso di rafforzamento patrimoniale che ha già visto l’adesione totale degli obbligazionisti subordinati all’offerta di conversione dei bond e che dovrà passare entro fine anno attraverso il decisivo aumento di capitale da 560 milioni.