Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Apollo e Banca Ifis allo sprint finale su Interbanca

Alle battute finali l’asta per la vendita di Interbanca, controllata del colosso americano General Electric.
Secondo indiscrezioni il colosso americano dovrebbe decidere a breve sulle offerte ricevute e concedere quindi un’esclusiva. Sul tavolo, in particolare, ci sarebbe l’offerta del private equity Apollo, ma anche quella di soggetti più strategici come Banca Ifis. In corsa, nella fase preliminare dell’asta, c’erano anche altri gruppi come Cerberus, Goldentree fino ad Oaktree, tramite la sua nuova controllata Banca Lecchese.
Resta ora da capire se le offerte ricevute siano per l’intero perimetro del gruppo guidato dall’amministratore delegato Paolo Braghieri o se le proposte finali siano per attività singole: cioè la licenza bancaria, il leasing, il factoring e il portafoglio di prestiti a medio -lungo termine e di acquisition finance. Da notare che, nella fase preliminare, il fondo italiano Clessidra era stato tra i pochi soggetti ad aver fatto un’offerta per l’intero perimetro di Interbanca.
La struttura societaria del gruppo vede infatti oggi Ge Capital controllare (con il 99,99%) Ge Capital Interbanca Spa, Ge Capital Finance (con il factoring), Ge Capital Servizi Finanziari (con il leasing) e infine Ge Capital Services (con la gestione delle flotte aziendali). Sul tavolo c’è un portafoglio di prestiti: con volumi per 3,4 miliardi di euro.
Il colosso americano General Electric è impegnato nella dismissione delle sue attività in Europa nel settore finanziario e il piano globale prevede anche la cessione di Interbanca.
Quest’ultimo è un marchio storico tra le banche d’affari di matrice italiana. Nata come merchant del gruppo Antonveneta, è finita alla spagnola Banco santander all’interno della più ampia operazione sulla stessa Antonveneta.
Il Santander ha poi rivenduto Interbanca a General Electric nel 2008 per 900 milioni di euro. A distanza di otto anni, il gruppo americano ha deciso tuttavia di cedere la controllata tenendosi le attività captive italiane (come ad esempio il factoring di Nuovo Pignone).
In ogni caso General Electric venderà Interbanca, solo se riterrà le offerte soddisfacenti.