Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Siiq in fermento: ora Sorgente punta a Nova Re. Idea e Coima guardano al 2016

Sorgente ci prova con Nova Re, mentre tra le altre Siiq in coda per approdare a Piazza Affari, Idea real estate del gruppo De Agostini e Coima Res di Manfredi Catella, posticipano al nuovo anno l’Ipo. Il settore delle società immobiliari quotate cerca di scaldare l’interesse degli operatori di Piazza Affari, ma si saprà solo con il nuovo anno se i tentativi andranno a buon fine. Per ultima, secondo le ultime voci di mercato ci starebbe provando Sorgente tramite un’operazione di acquisizione: avrebbe individuato una possibile preda in Nova Re, controllata di Aedes quotata a Piazza Affari. Nova Re si potrebbe prestare al disegno di Valter Mainetti, a capo del gruppo Sorgente, di sbarcare a Piazza Affari dopo che nello scorso ottobre la società aveva dovuto ritirare l’Ipo a seguito della domanda ritenuta insoddisfacente. Nova Re, in base alle indiscrezioni, si potrebbe adattare in modo perfetto all’obiettivo di Sorgente, in quanto è un veicolo vuoto ma finanziariamente ben strutturato e con una capitalizzazione di 7 milioni e mezzo. Tuttavia, anche se proprio le trattative su Nova Re sembrano le meglio avviate, proprio la stessa Sorgente starebbe valutando altri due dossier di società quotate, altri due veicoli attualmente inattivi a Piazza Affari. L’obiettivo, secondo i rumors, sarebbe comunque arrivare a un esito positivo della trattativa su Nova Re con Aedes, che ne possiede l’80 per cento delle azioni, per poi arrivare a trovare un accordo per il controllo e lanciare, quindi, l’Opa. La controllata di Aedes, che è in procinto di chiedere il regime di Siiq, e’ al momento una scatola vuota, dopo aver ceduto nel 2014 il portafoglio costituito da tre immobili a Agrate, Lecce e Bari. Ovvio che il disegno di Sorgente, nel caso l’operazione dovesse andare in porto, sarà quello di far crescere Nova Re tramite il conferimento di asset propri o di terzi.