Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Cerved, Capital Research e Wellington i primi azionisti

Cerved diventa una public company con due istituzionali con quote di rilievo: cioè Capital Research con il 6,12% e Wellington con il 7,99%. È l’effetto dell’operazione dello scorso 26 novembre tramite la quale il fondo Cvc (tramite la holding Chopin) ha ceduto la propria partecipazione pari al 24,44% del capitale della società quotata a Piazza Affari, attraverso un accelerated bookbuilding (Abb): transazione che ha posto fine alla bella avventura di Cvc nell’azionariato, durante la quale il fondo guidato da Giampiero Mazza è  riuscito a raddoppiare di dimensioni l’azienda. Già secondo le ultime comunicazioni Norges Bank aveva circa il 2% di Cerved, Ubs il 2,5%, Vanguard il 2%, Aviva il 3,9% e Massachussets Financial il 2,6%. Cerved sarà quindi una società ad azionariato diffuso e proprio per questo motivo scalabile. Nel frattempo, secondo i rumors, ci potrebbe essere anche un assestamento tra i manager: l’amministratore delegato Gianandrea De Bernardis potrebbe diventare presidente, soddisfatto per la grande crescita che è riuscito a imprimere all’azienda durante la sua conduzione, e il suo posto potrebbe essere preso da un altro manager del gruppo.