Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

I vigilantes di Axitea salvati dalle banche

Rush finale per il salvataggio di Axitea, uno dei leader italiani nel settore della vigilanza, società in concordato preventivo in continuità aziendale. L’adunanza dei creditori e’ prevista il prossimo 30 settembre e sul tavolo c’e’ l’accettazione del piano di ristrutturazione del debito, studiato dagli advisor Gattai, Minoli, Agostinelli, Partners ed Equita Sim, che prevede lo stralcio di una importante parte dei 77 milioni ancora dovuti a un pool di banche da parte dell’azienda. Secondo fonti finanziarie, anche in agosto sono proseguiti i contatti tra il nuovo management guidato dall’ingegnere Marco Bavazzano e gli istituti bancari. Contatti positivi in particolare con la Banca Popolare di Milano che insieme a Unicredit, Mps e Ge Capital sono i principali creditori. Allo studio – oltre quanto già depositato presso il Tribunale di Milano – ci sarebbe un meccanismo di incentivazione legato direttamente al supporto che verrà dato dalle banche nella fase di post concordato dell’azienda: una realta’ nata negli anni passati, sotto la spinta dell’azionista, il private equity Stirling Square, dal consolidamento di Sicurglobal con una serie di piccole imprese del settore.

  Post Precedente
Post Successivo