Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Ecco perché non è così scontato che la brasiliana Btg Pactual comprerà la Banca della Svizzera Italiana da Generali

La brasiliana Btg Pactual comprerà o meno la Banca della Svizzera Italiana dal gruppo Generali? E’ la domanda che si pongono gli addetti ai lavori. Il 14 maggio scorso proprio Generali ha annunciato di essere in trattativa in esclusiva con la banca carioca per venderle la controllata elvetica. L’esclusiva durerà un mese, cioè fino al 12 giugno prossimo. Ora Btg Pactual starebbe effettuando una due diligence approfondita sulla banca e starebbe cercando di capire quale è il giusto prezzo per Bsi. E proprio qui sta il punto. Btg Pactual è ben nota sul mercato per cercare di strappare sempre il prezzo di saldo: lo si è visto nel raid su Mps e su Carige, comprati a prezzi di occasione. Non dovrebbe essere così nel caso della Banca della Svizzera Italiana, visto che Generali non può venderla al di sotto del prezzo di libro, visto che in questo caso accuserebbe una minusvalenza. Il prezzo di libro è 2,3 miliardi di franchi svizzeri, cioè circa 1,8 miliardi di euro. Ora resta da capire se i brasiliani, sempre molto concentrati su acquisizioni senza strapagare, saranno disposti allo sforzo. E’ pur vero che a Btg Pactual farebbe comodo una sponda europea nel private banking ma è pur vero che Bsi negli ultimi anni ha accusato business in flessione ed è difficilmente valutabile per i cambiamenti nella normativa fiscale internazionale nei confronti dei Cantoni elvetici: come l’accordo fiscale tra Italia e Svizzera ma anche la stretta dell’amministrazione americana sui patrimoni dei propri cittadini finiti all’estero. Insomma, per molti addetti ai lavori non è proprio così scontato che il 12 giugno Btg annuncerà l’acquisizione, data come ormai fatta il 14 maggio. E se Bsi non fosse venduta? L’unica alternativa è la quotazione in Borsa, dopo gli interventi di razionalizzazione della banca elvetica.

  • Alberto Petri |

    “” Del resto, l’ho detto e lo ripeto: quando la verità viene rinchiusa sotto terra, vi si ammassa, acquista una forza di esplosione tale che, quando scoppia, tutto salta in aria. Poi vedremo se non è vero che si sono create le premesse di un’esplosione che, quando avverrà, sarà totale. “”

    EMILE ZOLA

  • Alberto Petri |

    Egregio Signore, la sua è Disinformazione. In Realtà la BSI BANK ,oltre che con il suo Valore Contabile ( Fesserie ) DEVE fare i CONTI col suo TREMENDO Passato . E nel suo PASSATO ci sono anche Io, come TESTIMONIA il Mio Sito. Lo conosce ? Il BANCO BTG è Brasiliano ed Io vivo qui in Brasile ove le Banche DEBBONO giustificare MORALMENTE la loro Conduzione sennò sono SCANDALI mostruosi e qui i Giudici che “ Prestano Servizio “ ( come quelli Svizzeri che mi tennero sulla Testa un Mandato di Cattura, ORDINATO dalla BSI BANK , per 15 Anni SENZA UNO STRACCIO DI NULLA CONTRO DI ME ! ) li spediscono in 24 Ore in Amazzonia. Capisce il Concetto e…LA DIFFERENZA ?
    Studi e si prepari quindi PRIMA di DISINFORMARE la Gente …a meno che spacci VELINE per Notizie !

    Cordialmente

    ALBERTO PETRI

  Post Precedente
Post Successivo