Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Pronta l’offerta da 50 milioni di Clessidra per il 45 per cento delle radio di Rcs

Arriverà entro fine mese l’offerta del private equity Clessidra per le radio di Rcs Mediagroup, cioè Radio Montecarlo, R105 e Virgin Radio Italy raggruppate nel gruppo Finelco. L’offerta sarebbe in fase di definizione, dopo la due diligence che è stata svolta con successo nel finale d’anno dal gruppo finanziario milanese.



Clessidra punta ad entrare in Finelco in accordo con la famiglia Hazan e un’intesa sarebbe già stata siglata sulla base dei documenti preliminari preparati dai consulenti legali, gli avvocati dello studio Gattai e dello studio Carnelutti. Clessidra sarebbe pronta quindi a fare, entro le prossime due settimane, un’offerta per la quota di minoranza di Rcs Mediagroup (quasi il 45%) e, nel caso l’operazione dovesse avere successo, a sviluppare in un arco temporale di 3-5 anni con la famiglia Hazan (che ha la quota di riferimento di Finelco) un progetto di crescita del polo radiofonico, anche tramite future acquisizioni. Negli accordi stabiliti con Clessidra, la famiglia Hazan dovrebbe inoltre mantenere la quota maggiore del gruppo.
Ma su quale base economica si starebbero svolgendo le trattative tra le parti? Secondo indiscrezioni, nell’information memorandum che è stato stilato da Banca Imi (advisor di Rcs Mediagroup sul dossier) sarebbe scritto che il 100% di Finelco ha un valore di carico per il gruppo editoriale di via Solferino di circa 110 milioni di euro: quindi il 45% di Rcs potrebbe valere circa una cinquantina di milioni di euro.
Le trattative fra Clessidra e la società guidata da Pietro Scott Jovane verterebbero appunto verso questa base di prezzo.
L’operazione con Clessidra, secondo i rumors, sarebbe nata subito dopo l’estate scorsa. Rcs Mediagroup, impegnata a rivedere il suo perimetro sulla base del piano di ristrutturazione del debito, aveva dato a Banca Imi un incarico per trovare un compratore per la sua quota di minoranza in Finelco.
Rcs aveva deciso di cedere il suo 45%, prima di dover far seguito agli accordi di put and call stipulati con il socio Hazan: in base a questi accordi Rcs ha la possibilità di comprare la quota di Hazan fino al 30 giugno 2014, mentre nella seconda parte anno lo stesso imprenditore può cedere la sua partecipazione. Infine, al gruppo editoriale milanese è permesso di comprare il 55% di Hazan entro 30 giugno 2015, data finale di scadenza dei patti parasociali.
Qualche mese fa, vista la difficoltà di trovare un compratore, sarebbe quindi stato lo stesso Hazan a muoversi contattando Claudio Sposito di Clessidra e proponendo un’alleanza. Finelco era appena uscita da una ristrutturazione del debito, curata dall’advisor Lucciola & Partners, che aveva portato a una rimodulare i finanziamenti bancari.
Oggi il gruppo Finelco può contare sulla leadership in Italia in termini di audience (davanti a Rai ed Espresso) con 8,6 milioni di ascoltatori complessivi (5 milioni per R105, 1,3 milioni per Radio Montecarlo e 2,4 milioni per Virgin Radio) e con un fatturato 2012 a 75 milioni e un obiettivo, per fine 2013, di oltre 78 milioni.