Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Il malumore tra il private equity per le mosse del Fondo Strategico Italiano

C'e' un certo malumore tra le banche d'affari e il mondo del private equity e oggetto del contendere sono le mosse del Fondo Strategico Italiano (Fsi), il braccio finanziario della Cassa Depositi e Prestiti guidato da Maurizio Tamagnini. Il nodo del contendere riguarda le operazioni che sta mettendo a segno una dopo l'altra Fsi e il ruolo strategico (o meno) dei suoi interventi. Secondo diversi operatori di private equity e banche d'affari quella del Fondo emanazione della Cdp sarebbe concorrenza sleale verso altri operatori finanziari, in quanto andrebbe a incidere su operazioni che di strategico (almeno per l'Italia) hanno poco, in piu' con soldi pubblici. Secondo quanto lamentano diversi player finanziari, Fsi sta infatti partecipando ad aste e processi di vendita di quote di aziende con il vantaggio (che altri fondi di private equity non hanno) di non chiedere regole di governo societario definite e stringenti. Un caso emblematico sarebbe l'asta di vendita di una quota di minoranza di Versace, attualmente in corso: Fsi verrebbe infatti dato come favorito da una parte perche' valuta la maison della moda 1,1 miliardi, ma dall'altra perche' lascerebbe abbastanza mano libera nel governo societario alla famiglia Versace, storicamente poco propensa a condividere le strategie di gestione con altri soci. E i casi che, tra gli addetti ai lavori, vengono citati sono anche altri, oltre a Versace: dall'acquisto di una quota del gruppo di Pavia Valvitalia (attivo nella produzione di componenti per il settore oil), processo in fase di definizione, fino alla transazione di qualche mese fa quando e' stata comprata una partecipazione nel gruppo dei supermercati lombardo Finiper. Insomma, dicono diversi addetti del settore, possono avere un senso strategico per Fsi operazioni come Sia-Ssb e Ansaldo Energia (messe a segno dal fondo statale negli ultimi due mesi e richieste a gran voce da Bankitalia e dal Governo), ma avrebbero molto meno senso strategico operazioni come Versace. La querelle sembra comunque destinata a proseguire, anche perche' Fsi sara' attivo nei prossimi mesi su diversi dossier.