Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

I private equity bussano alla porta di Desa-Chanteclair

I fondi di private equity e i gruppi strategici internazionali bussano al gruppo Desa, azienda attiva nei settori della detergenza della casa e del bucato, prodotti per l’igiene e cura della persona e articoli da farmacia e leader di mercato con prodotti come lo sgrassatore universale Chanteclair e il detergente vetri Quasar.
Secondo indiscrezioni, l’azienda lombarda da tempo è corteggiata da possibili acquirenti sia strategici sia finanziari. Così gli attuali azionisti starebbero facendo una serie di riflessioni per trovare possibili partner che possano supportare la crescita internazionale, uno degli obiettivi principali del gruppo. Sarebbero in corso riflessioni per affidare un incarico esplorativo ad un advisor. L’operazione sarebbe comunque ancora in una fase embrionale.

Desa è una holding che fa capo all’imprenditore Giovanni Sala, seconda generazione degli imprenditori lombardi, e alla sua famiglia, assieme alla famiglia Silva. La società, che ha in Chanteclair uno dei suoi punti di forza, genera 325 milioni di ricavi, 56 milioni di ebitda e 31 milioni di utile netto, con oltre 450 dipendenti e un’importante attività di ricerca e sviluppo nei tre impianti produttivi di saponi e detersivi. Nel periodo del Covid l’azienda è cresciuta ed ha puntato sulla sostenibilità. Il 2020, anno dello scoppio della pandemia, per Desa si è chiuso con un fatturato superiore di quasi il 20% rispetto al 2019. Il gruppo è attualmente uno dei leader del settore in Italia, capace di sfidare big internazionali come P&G, Reckitt Benkiser e Unilever.

Del resto, Desa è una società storica del settore: ha oltre cento anni di vita. La nascita risale al lontano 1908, quando a Seregno viene fondato il Saponificio Ambrogio Silva per la produzione di saponi da bucato e da toilette.
Dopo i primi passi, nei primi anni 50, viene invece costruita la torre d’atomizzazione, la prima in Italia, per produrre i detersivi in polvere. Il gruppo cresce anche tramite acquisizioni di marchi storici. Nel 1989 viene rilevato il marchio Spuma di Sciampagna e nel 1995 Chanteclair che diventano in poco tempo i volani del fatturato del gruppo. Attorno al 2000 viene ridisegnata l’architettura del gruppo: nel 2008 viene infatti costituita la Holding Gruppo Desa che controlla tutta la struttura societaria.

L’espansione verso i mercati esteri nel 2009 ha portato alla nascita di Alliance: società con sede a Lione si occupa della gestione diretta in Francia e Belgio sia dei marchi italiani sia dei marchi francesi, come Persavon e La Perdrix.
Nel 2010 viene acquisito il marchio Quasar per la linea professionale dei pulitori vetri. Nel 2013 nasce infine Desa Pharma con prodotti dedicati alla cura personale e all’automedicazione con brand storici come Apropos, Sauber, Tecnico.