Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
storie_chiusi-in-casa-ma-con-un-buon-caffe

De’ Longhi si espande negli Usa e acquista Capital Brand con il nuovo Ad Garavaglia

De Longhi si espande negli Stati Uniti e acquista Capital Brand Holding per 420 milioni di dollari. A vendere è la società di private equity, Center Lane Partners. Capital Brands, fondata nel 2003 e con sede a Los Angeles, California, sviluppa prodotti nel settore della nutrizione ad uso domestico, commercializzati in oltre 100 mercati in tutto il mondo con i marchi Nutribullet®e Magic Bullet®.

L’azienda americana ha creato con successo il segmento dei personal blenders, all’interno della più ampia categoria dei blender -che solo negli Stati Uniti è stimata in circa 1,1miliardi di dollari-diventandone leader di categoria in Nord America e in altri mercati chiave a livello globale come Australia, Nuova Zelanda e Regno Unito. Capital Brands stima per l’anno 2020 ricavi netti di circa 290 milioni di dollari, in crescita rispetto allo scorso anno. Con questa transazione, gli Stati Uniti diventano il primo mercato per il gruppo De’ Longhi, con un fatturato aggregato superiore a 500 milioni di dollari.

La transazione arriva dopo che nello scorso gennaio c’è stata la svolta manageriale per il gruppo De’ Longhi. Anche con l’obiettivo di fare acquisizioni è arrivato il nuovo amministratore delegato e direttore generale, Massimo Garavaglia, proveniente dalle grandi multinazionali estere attive nel settore consumer e da Barry Callebaut, multinazionale svizzera, quotata in Borsa, leader mondiale nella fabbricazione di prodotti a base di cacao e cioccolato di alta qualità. Dopo un quindicennio, dunque, Fabio De’ Longhi, 52enne figlio del presidente Giuseppe, aveva ceduto quindi il timone operativo dell’azienda di famiglia, colosso degli elettrodomestici con oltre 8.500 addetti nel mondo, che ha chiuso i primi nove mesi del 2019 con ricavi per 1,3 miliardi di euro e punta a quota 2,1 miliardi sull’esercizio annuale.

La transazione negli Stati Uniti verrà effettuata attingendo alle riserve di liquidità del gruppo De’ Longhi e dovrebbe contribuire alla crescita dell’azienda a partire dal prossimo anno. La conclusione del deal con relativo pagamento è prevista per fine 2020. Nell’acquisizione, De’ Longhi è stata assistita da BofA Securities Merrill Lynch, White & Case ed Ernst & Young, mentre Center Lane Partners, società di private equity proprietaria di Capital Brands, ha ricevuto assistenza da Goldman Sachs e PJ Solomon.

Il prezzo pattuito è di circa 420 milioni di dollari, pari ad un multiplo dell’EBITDA adjustedprevisto per il 2020 di poco superiore alle 8 volte. Il corrispettivo della transazione sarà pagato attingendo alle riserve di liquidità di De’ Longhi. Si prevede che l’operazione sia accretive perDe’ Longhi già dal prossimo anno. Il closing dell’operazione è previsto entro la fine del 2020.