Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
unknown-3

Il fondo F2i fa un’offerta per le rinnovabili di Veronagest

Il fondo infrastrutturale F2i, guidato da Renato Ravanelli, apre il dossier del gruppo Veronagest, società con sede a Rovereto impegnata in prevalenza nel settore eolico, ma con importanti attività anche nell’energia solare.
Secondo indiscrezioni il gruppo F2i si sarebbe infatti fatto avanti con un’offerta per l’azienda trentina, attualmente posseduta dalla holding lussemburghese Energreen Sa, di cui a propria volta è azionista l’imprenditore Franco Bogoni. Veronagest è uno dei maggiori gruppi privati attivi in Italia: raggiungono infatti rispettivamente 350 megawatt e 60 megawatt i valori delle installazioni di impianti eolici e fotovoltaici in Italia operate da Veronagest dal 2005. La società trentina ha, in particolare, investito in Sicilia in diversi impianti eolici: a cominciare dal parco Vrg Wind 030, con una potenza totale 60 megawatt, situato nella provincia di Palermo.
L’interesse di F2i (che contattata ha risposto con un «no comment») per Veronagest, secondo alcune fonti, potrebbe essersi concretizzato assieme alleato Enel: le due società hanno infatti costituito alla fine del 2015 una joint venture nel settore dell’energia «verde» solare.
Al di là dell’operazione in sé, i riflettori del settore su Veronagest ben rappresentano l’attuale momento che stanno vivendo le rinnovabili in Italia.
Infatti il comparto ha in corso un profondo processo di consolidamento e concentrazione, dove gli attori principali sembrano proprio F2i, Edison ed Enel. Bisogna ricordare che, in queste stesse settimane, l’interesse degli operatori è focalizzato anche su altri gruppi privati delle rinnovabili.
È il caso della Novapower, società che fa parte del gruppo Merloni Holding (la finanziaria del ramo della famiglia azionista di controllo di Ariston Thermo). Proprio Novapower, che ha sede a Fabriano, con una potenza istallata di circa 27 megawatt di fotovoltaico, vedrebbe secondo le indiscrezioni tra i potenziali compratori interessati proprio la joint venture tra Enel e F2i.